Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

CorSport – Tre squadre inglesi su Kessie: il Milan innesca l’asta

Franck Kessie, Milan, Getty Images

Come riportato dal Corriere dello Sport, tre squadre inglesi hanno messo gli occhi su Franck Kessie: il Milan fissa il prezzo e innesca l'asta

Alessio Roccio

CALCIOMERCATO MILAN- Come riportato questa mattina dal 'Corriere dello Sport' - che a sua volta riprende le indiscrezioni in arrivo dall'Inghilterra - ben tre squadre della Premier League, Tottenham, Arsenal e West Ham, avrebbero messo gli occhi su Franck Kessie. Il centrocampista ivoriano che nell'ultima stagione ha eguagliato il proprio personale record di marcature in un campionato (7), potrebbe lasciare i rossoneri dopo appena due stagioni.

Kessie è arrivato nell'estate 2017 dall'Atalanta in prestito biennale con obbligo di riscatto fissato a 28 milioni. L'ivoriano - in attesa di capire un giudizio reale da parte di Marco Giampaolo - è finito da tempo sulla lista dei sacrificabili, anche per via dei suoi atteggiamenti troppo spesso sopra le righe avuti durante l'ultima annata (vedi caso Acerbi o litigio con Biglia nel derby).

Il Milan fissa il prezzo a quota 30 milioni e confida che i club inglesi scatenino un'asta per l'ex centrocampista del Cesena. I rossoneri, in attesa del mercato, avrebbero già in casa il suo successore. Il posto di Kessie, infatti, secondo il CorSport, sarebbe preso dal bosniaco Rade Krunic, al momento unico acquisto del club di via Aldo Rossi (manca l'annuncio).

In mezzo al campo, poi, potrebbero arrivare Torreira e Kovacic, con conseguente uscita del turco HakanCalhanoglu, per il quale il Milan non scende dalla valutazione di 20 milioni. Come da pronostico, dunque, il reparto di centrocampo sarà quello ampiamente più rivoluzionato da Marco Giampaolo e la nuova dirigenza. Intanto, Andersen potrebbe finire alla Roma: continua a leggere>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

tutte le notizie di

Potresti esserti perso