Super Paquetà ha conquistato tutti, pure la Selecao

Super Paquetà ha conquistato tutti, pure la Selecao

Impatto ottimo di Paquetà in rossonero. Il brasiliano sta sorprendendo e domani sarà osservato per la terza volta dall’assistente del CT Tite.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

È uno dei momenti più felici della carriera e della vita di Lucas Paquetà, con ogni probabilità: l’arrivo al Milan, l’inizio travolgente… Ieri, però, sicuramente è stata una delle giornate peggiori. Ieri il centro sportivo del Flamengo è stato distrutto da un incendio, che ha tolto la vita anche a taniti ragazzini. Paquetà è stato uno di loro, ci ha giocato per 12 anni in quel centro sportivo. Sui social ha espresso il proprio dolore, anche se è evidente che non è mai facile esprimere ciò che si prova, soprattutto per uno come lui che è arrivato proprio dal Flamengo poco più di un mese fa.

È al Flamengo che Paquetà deve praticamente tutto. Il club brasiliano lo ha cresciuto e lo ha formato, insegnandogli ciò che ora lo stanno rendendo grande. L’esordio è arrivato giovanissimo, così come la prima chiamata in Nazionale, seppur rimasta solo un piccolo assaggio. Poi il passaggio al Milan, scoperto da Leonardo. La sensazione è che di Paquetà se ne parlerà a lungo, anche in patria. Sono bastate poche settimane per riaccendere i riflettori del Brasile su di lui. Il commissario tecnico Tite l’ha rimesso sotto osservazione, tanto da inviare l’assistente Sylvinho a guardarlo dal vivo. Già due volte: col Napoli in Coppa Italia e contro la Roma. Dovrebbe ripetersi domani col Cagliari.

A quanto pare, le relazioni di Sylvinho sono ottime. Paquetà ha sorpreso davvero tutti per la capacità di inserimento e adattamento a un calcio nuovo. Molto probabile, quindi, che per la doppia amichevole di marzo Paquetà vestirà di nuovo la maglia della Selecao. La prima, del 22, è da definire; il 26 il Brasile sfiderà la Repubblica Ceca a Praga. In almeno una potrebbe partire titolare, giocandosi una fetta importante delle proprie possibilità in Nazionale. Anche perché a giugno si giocherà la Copa America. In Brasile Lucas sta facendo parlare molto di sè. Il fatto che abbia giocato tutte le prime sei partite col Milan da titolare ha davvero lasciato tutti a bocca aperta.

Come detto, comunque, la Nazionale maggiore non sarà una novità per lui. La prima volta risale allo scorso settembre, quando ha giocato due spezzoni contro Stati Uniti ed El Salvador. Poi non è più stato convocato. Finora. Adesso tutto lascia pensare che dopo l’inizio eccellente in rossonero possa tornare anche la maglia verdeoro. Gennaro Gattuso lo definisce spesso un brasiliano atipico, scrive La Gazzetta dello Sport, perché non è solo classe e fantasia: Paquetà è propenso anche al lavoro sporco, quello di fatica e ripiegamento. Inoltre, la sua vita privata è tutto fuorché “brasiliana”: molto tranquilla, con la sua nuova moglie. In campo giocherà ancora per un po’ da mezzala, perchè a Rino non piace cambiare molto, si sa. Anche perché con Paquetà il Milan pare abbia finalmente trovato il sostituto perfetto di Giacomo Bonaventura. Quando poi tornerà anche Jack, si vedrà. Ma la sensazione è che di certo Paquetà non rischi la maglia da titolare…

PER LE PAROLE DI ALBERTINI… CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy