Milan e Inter a braccetto per ‘San Siro’ 2.0

Milan e Inter a braccetto per ‘San Siro’ 2.0

I club di Milano, Milan e Inter, sempre più decisi a costruire un nuovo impianto in zona San Siro, anche il Sindaco spinge per ristrutturare il ‘Meazza’

di Daniele Triolo, @danieletriolo

L’edizione odierna di ‘Tuttosport’ ha ricordato come Milan-Inter di questa sera sarà il primo derby giocato dopo l’intesa tra i due club, firmata ad inizio novembre 2018, per andare oltre l’attuale ‘San Siro’.

Non è ancora stato sciolto, in realtà, il ‘nodo’ tra la realizzazione di un nuovo impianto, sempre nella medesima zona, e tra la ristrutturazione dell’attuale impianto sportivo del ‘Giuseppe Meazza’, ipotesi per la quale spinge, da sempre, il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

Milan e Inter, comunque, procedono a braccetto: gli amministratori delegati Ivan Gazidis ed Alessandro Antonello, nelle scorse settimane, hanno infatti fatto un viaggio negli Stati Uniti per studiare qualche modello di impianto sportivo all’avanguardia. Tappe, New York (MetLife Stadium, dove convivono Giants e Jets dal 2010) ed Atlanta (Mercedes-Benz Stadium, teatro dell’ultimo Super Bowl).

Questo ‘blitz’ negli States lascerebbe pensare che Milan e Inter abbiano optato per un ‘San Siro’ 2.0., ovvero realizzare uno stadio nuovo sempre in quella zona, con la demolizione dell’attuale impianto. Poi, le società meneghine hanno anche dato mandato a Goldman Sachs per avere un quadro preciso della fattibilità dell’opera in materia di flussi di parcheggi, ingressi, capienza e servizi.

I risultati, ha sottolineato ‘Tuttosport’, sono attesi entro fine mese: a quel punto, si potrà presentare a Palazzo Marino un progetto dettagliato. Il Comune di Milano, lo ricordiamo, dovrà approvare in via definitiva il Piano di Governo del Territorio (PGT) entro l’estate, e, a tal proposito, dovrà tenere conto delle variazioni commerciali in zona San Siro. In particolare, per l’area dell’ex Trotto, laddove verrebbero realizzati negozi, bar, ristoranti, cinema ed altre attività.

Il Milan, dall’arrivo di Gazidis, spinge per uno stadio nuovo, anche perché il fondo Elliott Management Corporation ha bisogno di un asset in grado di valorizzare di più il club rispetto ad un San Siro ristrutturato. E poi, a far pendere la bilancia in favore della costruzione di un nuovo stadio, è la valutazione dei costi: una nuova struttura, infatti, richiederebbe investimenti non molto superiori rispetto al rinnovamento di San Siro. E la scelta sarebbe scontata. Intanto, ultime di formazione del Milan per il derby: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy