Giampaolo, lunedì il giorno decisivo: Tare tratta con Lotito

Giampaolo, lunedì il giorno decisivo: Tare tratta con Lotito

Marco Giampaolo potrebbe liberarsi dalla Sampdoria lunedì, quando avverrà l’incontro col DS Osti: Tare tratta con Lotito che non vuole lasciarlo partire

di Alessio Roccio, @Roccio92

ULTIME MILAN – La sensazione è che questo weekend possa essere decisivo per le future scelte di casa Milan. Lunedì sarà il giorno dell’incontro tra il direttore sportivo della Sampdoria Carlo Osti e il manager di Marco Giampaolo. I due proveranno con tutte le forze a trovare già una soluzione, con il tecnico che preme per liberarsi dall’anno di contratto coi blucerchiati per firmare col Milan.

Il club ligure dal canto suo chiederà un indennizzo e a quel punto sarà Paolo Maldini a dover intercedere con il presidente Massimo Ferrero per liberare l’allenatore nativo di Bellinzona da ogni vincolo. Lunedì 17 – secondo quanto scritto questa mattina dalla Gazzetta – ci sarà un incontro tra il numero uno dei blucerchiati e Giampaolo, che potrà finalmente chiudere il cerchio.

Capitolo Tare. Qui la faccenda è più complicata, perché innanzitutto va capita l’intenzione del direttore sportivo albanese. L’offerta del Milan è molto allettante, ma d’altro canto il dirigente ha un contratto con la Lazio fino al 2022. Lotito non molla la presa e per liberarlo chiederà una penale, che Tare potrebbe pagare personalmente o con l’aiuto del club rossonero.

Il Milan è disposto a pagare per averlo. Un investimento sul direttore sportivo, che poi scelga, insieme a Paolo Maldini, i calciatori su cui puntare. Da questo punto di vista Tare ha dimostrato di essere ampiamente una garanzia, portando a Roma giocatori inizialmente sconosciuti, diventati poi campioni (vedi Milinkovic-Savic). Intanto, dalla Francia ha parlato l’agente di Bakayoko: ecco le sue parole sul fratello Tiemoué>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy