Sarà un Milan di giovani: modello Arsenal, piace Tonali

Sarà un Milan di giovani: modello Arsenal, piace Tonali

L’idea del Milan, sul mercato, è quella di acquistare tanti giovani, valorizzarli per poi rivenderli al fine di innescare l’autofinanziamento: il punto

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN – Il ‘Corriere dello Sport‘ oggi in edicola ha ricordato che, quando il fondo Elliott Management Corporation ha deciso di affidare il ruolo di amministratore delegato del Milan a Ivan Gazidis, aveva già in mente una chiara ristrutturazione del club di Via Aldo Rossi.

Elliott, però, non è entrato ‘a gamba tesa’, prediligendo un restyling più ‘soft’, graduale, i cui primi, significativi effetti, però, cominciano a vedersi già in questi giorni. Da dicembre ad oggi, Gazidis ha avuto modo di studiare l’italiano, per meglio comunicare con tutti e, al contempo, capire ciò che funziona all’interno del Milan e ciò che, invece, andrà cambiato.

Ecco perché, a fine stagione, il Milan potrà operare altri cambiamenti all’interno della società: intanto, si è concluso il rapporto con Carolina Morace, che non ricoprirà più l’incarico di coach del Milan Femminile, e si dovrebbe proseguire con Mario Beretta, il quale non dovrebbe più occuparsi del Settore Giovanile e lasciare il ruolo dopo appena una stagione.

L’intenzione di Gazidis, ha riportato il ‘CorSport‘, è quella di tirare una riga tra 15 giorni, quando il campionato sarà concluso e quando si capirà in che competizione giocherà il Diavolo nella prossima stagione: sotto la lente di ingrandimento del manager sudafricano, per conto di Elliott, anche le posizioni dell’allenatore Gennaro Gattuso e del direttore generale dell’area tecnico-sportiva, Leonardo.

Per quanto concerne il calciomercato, Gazidis ha in mente un Milan ‘linea verde‘: una squadra fatta, per la maggior parte, di giovani di talento, sul modello dell’Arsenal, club in cui ha lavorato per anni, da valorizzare, far esplodere e, successivamente, rivendere di modo da poter innescare l’autofinanziamento, in aderenza con i parametri del Fair Play Finanziario della UEFA.

A questo proposito, uno dei profili maggiormente seguiti dai rossoneri è quello di Sandro Tonali, classe 2000, centrocampista del Brescia neo-promosso in Serie A. La rete di scouting della società meneghina, con a capo Geoffrey Moncada, avrà un ruolo sempre più di spicco e punterà soprattutto sui campionati esteri, in particolar modo sulla Ligue 1 francese, dove i prezzi sono ancora bassi.

Gazidis, intanto, è al lavoro anche su un altro fronte: vuole aumentare il valore d’impresa del Milan. Per conoscere meglio le sue strategie, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy