Bonucci si prende il Milan ed indica la strada

Bonucci si prende il Milan ed indica la strada

Con il gol allo Stadium, Leonardo Bonucci si è imposto definitivamente come leader del Milan. I suoi consigli per una squadra da Champions League

di Daniele Triolo, @danieletriolo

L’edizione odierna di ‘Tuttosport’ è tornata sulla sconfitta del Milan all’Allianz Stadium di Torino contro la Juventus, sottolineando come il Diavolo, seppur uscito battuto dal feudo bianconero, abbia finalmente trovato in Leonardo Bonucci il suo leader carismatico, emotivo. Un condottiero che, con il gol rifilato a Gianluigi Buffon battendo gli amici e compagni di un tempo, Andrea Barzagli e Giorgio Chiellini, si è preso definitivamente il Milan sulle spalle archiviando (tra i fischi dei suoi ex sostenitori) l’esperienza juventina una volta per tutte.

Arrivato per 42 milioni di euro in estate, Bonucci, nella prima parte di stagione ha incontrato notevoli difficoltà. Un po’ per qualche prestazione non all’altezza del suo consueto rendimento, un po’ perché, ha scritto ‘Tuttosport’, ha peccato di superbia. Poi, però, il numero 19 rossonero ha avuto l’umiltà di ripartire dal basso, dimostrando di meritarsi a pieno titolo la fascia di capitano del Milan anche e soprattutto per come si comporta, in campo e in allenamento, nei confronti dei suoi compagni di squadra e del tecnico Gennaro Gattuso, con il quale ha instaurato da subito un gran feeling.

E se magari, fino a qualche mese fa poteva limitarsi a dare dei consigli alla società sui giocatori che avrebbe ritenuto utili alla causa del Milan, oggi capitan Bonucci, sempre più conscio dei propri mezzi e del proprio ‘peso specifico’ nell’universo rossonero, detta la via per trasformare un’ottima squadra come quella milanista in un team pronto per competere con le big di Champions League: “Si è creata una grande base, si è creato un mix – ha detto Bonucci nel post-partita dello ‘Stadium’ -: se dovessi dare un consiglio a Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli, anche se non ne hanno bisogno, direi di prendere giocatori abituati a giocare in Europa, con larga esperienza internazionale, che alzino anche il livello degli allenamenti”.

Per Bonucci, dunque, la crescita del Milan passerà anche attraverso una campagna acquisti mirata, con ritocchi intelligenti e di livello. Qualora il Milan restasse ancora fuori dalla Champions in questa stagione, ha concluso ‘Tuttosport’, di certo questa sarebbe la strada maestra per tornarci a pieno titolo nel 2019.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Bonucci-Romagnoli, duo inossidabile … o quasi

Bonucci, una rivincita soltanto a metà

Juventus-Milan, le pagelle rossonere: Bonucci il top

Bonucci: “Ora testa al derby”

Bonucci non basta: la Juventus supera un bel Milan nel finale

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy