Corsi: “Giampaolo e Sarri due maestri. Krunic? Nel ruolo di Bonaventura può stupire”

Corsi: “Giampaolo e Sarri due maestri. Krunic? Nel ruolo di Bonaventura può stupire”

Ecco le dichiarazioni del presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi, intervistato da Telelombardia. Argomenti Giampaolo, Sarri, Krunic e molto altro

di Donato Bulfon, @DonatoBulfon

ULTIME MILAN – Fabrizio Corsi, presidente dell’Empoli, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Telelombardia: “Giampaolo e Sarri sono due maestri, entrambi preparatissimi. Noi con Giampaolo arrivammo decimi, si inventò Paredes davanti alla difesa, poi valorizzò Zielinski e Saponara che poi si perse per strada. Giampaolo è intelligente, ha cambiato le sue idee di calcio a Empoli dove ha mostrato lo spessore del tecnico e dell’uomo che è. Da un paio d’anni i tecnici vanno a vedere i suoi allenamenti nel tentativo di apprendere tanta roba. Così come Sarri… E anche Andreazzoli. Giampaolo non è minore di Sarri, anche se Maurizio ha Napoli e Chelsea nel curriculum. Ai giovani allenatori consiglio di seguire entrambi. A Bucchi, che potrebbe diventare il nostro allenatore, ho consigliato di andare a vedere come allena Giampaolo una settimana”.

Ancora su Giampaolo: “E’ un allenatore capace di valorizzare i giovani e il collettivo. Il salto in una grande squadra non è mai facile, ma credo che il Milan, da quello che leggo, mi sembra orientato verso questo tipo di progetto, con talenti da valorizzare”.

Su Sarri alla Juventus: “Sarri brontola ed è un po’ pessimista. L’ha sentito il nostro direttore sportivo. Ma dalla Juventus, sabato, mi hanno detto che queste problematiche verranno presto risolte. Io spero si risolva tutto per il meglio e per la felicità di tutti. Sta già mettendo gli occhi su quel che ha fatto Traoré”.

Sull’Empoli: “Confermo, al 95% Krunic e Traorè andranno rispettivamente al Milan e alla Juve. Siamo amareggiati per la retrocessione ma la squadra, pur avendo mostrato limiti, ha espresso bel gioco anche contro squadre importanti. Abbiamo venduto giocatori a Juve, Milan e Napoli con Caputo e Bennacer che dovrebbero rimanere in Serie A”.

Su Krunic: “E’ un grande atleta, preso 3 anni fa, a cui mancava la consapevolezza di poter far male agli avversari. Ora quando accelera anche contro avversari forti mostra di essere difficilmente frenabile. Quest’anno ha fatto 5 gol, uno a Roma annullato ma regolare. Tatticamente lo collocherei mezzala sinistra per mettere in mostra il suo destro, ha sul piede 10/12 gol, nel ruolo di Bonaventura può fare cose egregie. A destra avrebbe la possibilità di muoversi senza palla e lo sa fare molto bene. Lo volevano 3/4 squadre, il procuratore non ci aveva parlato del Milan. Oggi si è chiusa la trattativa, non vi dico chi ha trattato per il Milan. Il mio direttore è stato colpito dalla signorilità e dalla trasparenza del personaggio ma non vi dico di chi sto parlando”.

Su Traoré: “E’ un giocatore in fase di crescita straordinaria, ha fatto un balzo notevole dal punto di vista fisico e i nostri strumenti ci forniscono dei dati che presentano ulteriori margini di crescita. Paratici lo voleva già quando era in Primavera sotto età, aveva offerto 3 mln ma non eravamo in rovina e quindi non lo abbiamo ceduto. La Fiorentina aveva dubbi dopo le visite mediche, dubbi esclusi da uno studio medico importante di Milano. Il club viola lo abbiamo risentito a maggio in pieno caos societario e nel frattempo si sono fatte avanti altre squadre”.

Intanto, ecco le parole di Giovanni Galli su Jesus Suso: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy