UFFICIALE, JURGEN KLOPP LASCERA’ IL BORUSSIA A FINE STAGIONE

UFFICIALE, JURGEN KLOPP LASCERA’ IL BORUSSIA A FINE STAGIONE

Jurgen Klopp, sogno di Berlusconi per la panchina rossonera (Fonte: www.theguardian.com)
Jurgen Klopp, sogno di Berlusconi per la panchina rossonera (Fonte: www.theguardian.com)
Dopo sette stagioni termina la storia d’amore tra Jurgen Klopp e il Borussia Dortmund: non è bastato il recente rinnovo fino al 2018 per superare la crisi del settimo anno tra il tecnico e la squadra giallonera, portata in trionfo nella Bundesliga 2010/11 e in finale di Champions League nel 2013.C’ERAVAMO TANTO AMATI – Nella conferenza stampa indetta oggi, il tecnico tedesco ha parlato così del suo addio: “Ho sempre detto che nel momento in cui mi sarei accorto di non essere più la guida perfetta per questo club straordinario avrei preso questa decisione. Ho scelto di annunciare tutto in questo momento perché negli anni scorsi sono state fatte delle scelte da alcuni giocatori che non hanno dato il tempo di reagire. Credo che questa sia la cosa giusta da fare, questo club merita di essere allenato al 100% dall’uomo giusto. Non sono stanco e posso dire di non avere contatti con altri club; non ho intenzione di rimanere fermo un anno; l’ultimo desiderio che ho con questo club è quello di raggiungere una buona posizione in classifica.”.TEMPO DI CAMBIARE – Dopo tanto tempo, l’atmosfera nel Borussia Dortmund non era più vivace e spumeggiante, come testimoniano le difficoltà in campionato. Klopp, però è sereno e nega le problematiche: “Non ho avuto alcun problema con i miei giocatori, credo che il Borussia Dortmund abbia bisogno di un cambiamento. Arriva un momento in cui bisogna iniziare a preparare la stagione seguente ed è per questo che ho voluto comunicare questa decisione ora. Abbiamo ancora molto lavoro da fare e ora che tutti sanno questa novità possono concentrarsi sugli ultimi impegni della stagione. Il BVB merita di tornare di nuovo in alto e non solo di essere ricordato per il suo glorioso passato “.ANTENNE DRITTE IN ITALIA – Il tecnico tedesco, nelle scorse settimane, è stato più volte accostato a due importanti panchine italiane come Milan e Napoli. In casa rossonera, Klopp rappresenterebbe un vero e proprio punto di rottura, vista la tradizione che vuole il tecnico di “origini rossonere” e possibilmente italiano (unici stranieri negli ultimi 29 anni sono stati Tabarez, Terim, Leonardo e Seedorf). In casa Napoli, invece, rappresenterebbe la continuità, in caso di rottura con Benitez, del progetto di internazionalizzazione della società azzurra partenopea.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy