REPUBBLICA- SARRI TROPPO “ROSSO” PER MILANELLO

REPUBBLICA- SARRI TROPPO “ROSSO” PER MILANELLO

Maurizio Sarri (fonte foto: www.gianlucadimarzio.com)
Maurizio Sarri (fonte foto: www.gianlucadimarzio.com)
Partito favorito nelle sprint finale per la conquista della panchina rossonera, Maurizio Sarri si è visto superato nelle ultime ore da Sinisa Mihajlovic. Al suo fianco anche Vincenzo Montella e Antonio Conte lottano ancora per la successione a Pippo Inzaghi. Oltre al bel gioco dell’Empoli, squadra rivelazione di questa stagione, che ha fatto innamorare Berlusconi, il problema del tecnico sarebbe la sua fede ‘extra-calcistica’. Sul look un po’ troppo dimesso la dirigenza avrebbe anche potuto passarci sopra, ma il vero problema è che Sarri è troppo “rosso”. Sarri ha convinzioni ben più spiccate- scrive La Repubblica quest’oggi-. Al “Fatto Quotidiano” ha dichiarato l’allergia per Renzi, frutto del dna di nonno Goffredo e di papà Amerigo («Mio nonno era partigiano, mio papà operaio: come posso votare uno che fa le stesse cose di Berlusconi e che distrugge l’articolo 18?») e la simpatia per Landini. Approdato in A dopo lunghissima gavetta e un lavoro da bancario, rifiuta perfino di indossare in panchina le sciarpe per le associazioni benefiche. «Un paese civile stanzia fondi ad hoc». Difficilmente Milan e Sarri troveranno un terreno comune…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy