Calciomercato Milan – Rivoluzione a sinistra: nuovo terzino cercasi

Calciomercato Milan – Rivoluzione a sinistra: nuovo terzino cercasi

In estate il Milan dovrebbe cambiare interpreti sulla fascia sinistra. In partenza Ricardo Rodriguez, Ivan Strinic e Diego Laxalt: i possibili sostituti

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN – In questi giorni il Milan di Gennaro Gattuso si giocherà, contro Frosinone a ‘San Siro‘ (clicca qui per tutte le news sul match in tempo reale) e Spal a Ferrara, le residue speranze di qualificarsi alla prossima Champions League. Pertanto, non sapendo ancora in quale competizione europea giocherà il Milan l’anno venturo e se, soprattutto, la squadra rossonera sarà ancora allenata da Gattuso, sembra un po’ prematuro, al momento, parlare di calciomercato.

Come noto, però, il mercato non si ferma mai e, a quanto sembra, il Milan, in estate, non dovrebbe rivoluzionare soltanto il reparto di centrocampo, bensì anche quello degli esterni sinistri in difesa. Questo a prescindere da colui che allenerà il Diavolo nella stagione 2019-2020. Attualmente, infatti, il Milan può contare su ben tre interpreti nel ruolo, vale a dire lo svizzero Ricardo Rodriguez, l’uruguaiano Diego Laxalt ed il croato Ivan Strinic. Nessuno di loro, però, appare sicuro della conferma.

Rodriguez, arrivato al Milan nell’estate 2017 per 15 milioni di euro più bonus dal Wolfsburg, è stato un titolare fisso nelle ultime due stagioni, sia con Vincenzo Montella sia con lo stesso Gattuso: tra i giocatori di movimento più utilizzati in ambedue i campionato, ha però deluso un po’ le aspettative. Da lui, il Milan si sarebbe aspettato qualcosa in più, soprattutto in fase offensiva: raramente lo si vede al cross, ancor più raramente pericoloso su calcio piazzato. Una caratteristica che lo aveva contraddistinto nella sua esperienza in Bundesliga.

Il numero 68, pertanto, potrebbe essere ceduto in estate: su di lui c’è sempre il PSG, che potrebbe versare al Milan una cospicua cifra per il suo cartellino. Laxalt, giunto dal Genoa la scorsa estate nell’ambito dello scambio di cartellini con Gianluca Lapadula, non ha mai convinto, e, dunque, dovrebbe essere ceduto al miglior offerente. Piace molto al Torino di Walter Mazzarri, che lo ritiene elemento idoneo per il suo 3-5-2. Discorso diverso per Strinic: fermato prima da un’ipertrofia cardiaca, poi da una distorsione alla caviglia, non ha mai giocato con il Milan.

Si attendono offerte per il croato, sotto contratto fino al 30 giugno 2021, arrivato in rossonero grazie alla precedente dirigenza. Ma come intende rimpiazzarlo il Milan? Il club rossonero, per precisa volontà della nuova proprietà, si orienterà su mercato fatto di giovani di talento. Non sembra, dunque, percorribile la strada che porta al brasiliano Filipe Luis, classe 1985, in scadenza di contratto con l’Atletico Madrid ed in possesso anche del passaporto italiano. Più valida quella relativa a Cristiano Biraghi, classe 1992, di proprietà della Fiorentina ed assistito da Mario Giuffredi, procuratore anche di Andrea Conti.

Attenzione, però, a due nomi in particolare: il primo è quello di Timothy Castagne, classe 1995, belga dell’Atalanta, valutato 25 milioni dalla società orobica; il secondo è quello di Marc Cucurella, spagnolo classe 1998, che terminerà il suo campionato in prestito all’Eibar e poi dovrebbe tornare al Barcellona. Costa circa 10 milioni: magari, potrebbe essere lui, al termine delle ‘consultazioni dirigenziali’, il profilo scelto dal Diavolo per il futuro del ruolo. Nel frattempo, Gattuso avrebbe ricevuto già un’offerta da un’altra squadra di Serie A: per i dettagli, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy