PM – Milan Club Padova Rossonera

Continua il nostro viaggio tra i Milan Club. Oggi è quello di Padova Rossonera protagonista, raccontato dal presidente Matteo Franchin.

Il Milan è una passione che coinvolge tutto lo stivale, ma a Padova, in Veneto, c’è un grande gruppo di tifosi rossoneri. Oggi parleremo infatti del Milan Club Padova Rossonera, nato tutto sommato da poco, ma che è già attivissimo. Nato dalla passione di alcuni amici di vecchia data che ancora oggi si ritrovano a giocare a pallone, ha dato la possibilità a tanti tifosi di vivere più da vicino il Milan. Ci ha raccontato come nasce e diverse curiosità il presidente, Matteo Franchin: “Abbiamo deciso con amici di vecchia data di creare questo, il Milan Club Padova Rossonera. Inizialmente era solo un modo per condividere la nostra fede rossonera, ora invece siamo un vero e proprio club con cui ci siamo tolti anche delle belle soddisfazioni”.

Quando si sono iscritti: “Ufficialmente ci siamo iscritti all’Associazione Italiana Milan Club a inizio 2017, ma avevamo già iniziato le attività un anno prima circa. Abbiamo avuto un bel riscontro anche sui social. Siamo aperti a tutti, ma ci preme rimanere uniti come gruppo storico. Ovunque siamo: in trasferta, a San Siro o nella nostra sede quando non possiamo essere sul posto, vogliamo stare tutti uniti. Ci conosciamo da tempo. Preferiamo fare non più di un pullman, perchè preferiamo creare rapporto con le persone e mantenerli”.

Quanti iscritti hanno: “Siamo circa 250 iscritti, che non sono pochi. Inoltre sui social siamo più di 7.000 tra pagina e gruppo su Facebook e Instagram”.

Come fanno nuovi iscritti: “Tutto nasce dal passaparola. Il nostro obiettivo è la traparenza. Andiamo a seguire il Milan e aiutiamo chi vuole farlo unendosi a noi”.

Su Evani ospite: “Quando c’è stato Chicco abbiamo invitato tutti, c’è stato grande entusiasmo”.

Sulla sede: “Non abbiamo una vera e propria sede. Quando ci ritroviamo, lo facciamo al ristorante Milan Stardust, consumando ciò che vogliamo. La riunione del direttivo avviene attorno a un tavolo ed è in quelle occasioni che organizziamo trasferte”.

Sulle trasferte, appunto: “Quando il Milan gioca in casa facciamo sempre un pullman. Per le gare in trasferta si valuta… Di certo non mandiamo nessuno allo sbaraglio senza qualcuno di noi. Inoltre non vogliamo che chi si conosce da anni e ha piacere nello star bene si ritrovi con qualcuno che invece magari non conosce bene… Ecco perché la nostra parola d’ordine è compattezza e cerchiamo di esserci quasi sempre e sempre tutti, anche se con le famiglie ora è più difficile…”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy