Milan Club Pianezza ‘Nils Liedholm’ – Alla scoperta dei Milan Club d’Italia

Pianeta Milan vi porta alla scoperta dei più grandi e importanti Milan Club italiani. Oggi la tappa è a Pianezza, in provincia di Torino…

Prosegue l’iniziativa di Pianeta Milan volta a presentarvi tutti i Milan Club più grandi e importanti d’Italia. E, con quello odierno, giungiamo ormai al ventiquattresimo appuntamento. Oggi, dunque, vi portiamo alla scoperta del Milan Club Pianezza ‘Nils Liedholm’ (QUI il loro commento sulla partita Milan-Juventus), situato in provincia di Torino. A presentarsi, in realtà, ci hanno pensato direttamente i membri del Club, che hanno risposto ad alcune nostre domande. Ecco cosa ci hanno raccontato:

Ciao! Descriveteci e parlateci un pò del vostro Club. Quando e come è nato?

Il Milan club Pianezza ‘Nils Liedholm’ nasce nel 1980 dalla volontà di un gruppo di persone, che già seguiva insieme le partite del nostro amato Milan, di creare un Club che portasse il nome del campione svedese del quale erano innamorati.

Quanti iscritti siete e quante volte vi radunate tutti insieme? Riuscite ad andare spesso a San Siro?

Il nostro Club conta circa 120 iscritti. Essendo aperto tutti i giorni, oltre a guardare le partite in tv quando non si può seguire la squadra allo stadio, ci si incontra spesso e ogni tanto si organizza anche qualche “mangiata” sul posto. Inoltre organizziamo il pullman per seguire tutte le partite casalinghe e, quando si può, anche qualche trasferta.

C’è qualche personaggio famoso o bizzarro all’interno del vostro Club?

A dir la verità no, nessun personaggio famoso o bizzarro.

Cosa ne pensate dello stadio di proprietà? Giusto pensarci o meglio rimanere a San Siro? 

Ovvio che un impianto di proprietà può portare più introiti ma i tifosi del Milan amano San Siro, perché non è solo uno stadio: è la nostra casa! Ed è anche un tempio, considerato uno degli stadi più belli ed affascinanti del mondo. Quando è pieno è una meraviglia impareggiabile ed anche da fuori è uno spettacolo, sopratutto di sera. Anche ridurre di troppo la capienza pensiamo sia un errore, perché un giorno si tornerà a riempirlo. 40000/50000 posti sono pochi, almeno ne occorrono 60000. Speriamo si possa trovare una strada per aumentare gli introiti senza dover abbandonare la nostra casa.

Credete che Brocchi (leggi le sue parole di presentazione) possa essere l’uomo giusto per questo Milan?

Senza nulla togliere a Mihajlovic, bisogna prendere atto del fatto che il Milan non aveva un gioco. E’ vero che la rosa non è all’altezza dei primi 3 posti ma sicuramente è migliore di Inter, Fiorentina e di tutte le squadre che ci precedono, quindi delle responsabilità Mihajlovic le aveva, così come le ha la società. Brocchi è sicuramente un azzardo ma è molto preparato e cerca di fare un bel gioco. Diciamoci la verità: ci siamo vergognati di difenderci 90 minuti in area nostra con il Barcellona quando ancora avevamo in squadra Ibra, Thiago Silva etc., figuriamoci difenderci per 90 minuti in casa del Toro (senza nulla togliere al Toro)… Ecco, speriamo che Brocchi possa portare qualcosa in più in questo senso.

Queste tutte le puntate precedenti:

 

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy