Milan Club Campobasso – Alla scoperta dei Milan Club d’Italia

Pianeta Milan vi porta alla scoperta dei più grandi e importanti Milan Club italiani. Oggi andiamo a Campobasso, capoluogo del Molise…

Prosegue l’iniziativa di Pianeta Milan, volta a presentarvi tutti i Milan Club più grandi e importanti d’Italia. Tanto che siamo ormai giunti al quinto appuntamento (questi i precedenti: Milan Club ‘Rino Gattuso’ – Corigliano Calabro, Milan Club Venosa 2.0, Milan Club Gallipoli, Milan Club Ringhio D’Abruzzo – Francavilla al Mare). Oggi andiamo alla scoperta del Milan Club Campobasso (QUI il loro commento sulla partita Napoli-Milan), nella regione del Molise. A presentarsi, in realtà, ci hanno pensato direttamente i membri del Club, che hanno risposto ad alcune nostre domande. Ecco cosa ci hanno raccontato:

Ciao! Descriveteci e parlateci un pò del vostro Club. Quando e come è nato?

Il Milan Club Campobasso nasce dall’idea di Domenico Palmieri che coinvolge anche il fratello Federico in quello che poi diventerà un vero e proprio “Progetto Rossonero”. Tutto ha inizio nel marzo del 2011 attraverso un gruppo facebook denominato: “Quelli che vorrebbero il Milan Club a Campobasso”. Fu ideato da Federico Palmieri con l’intento di conoscere la fattibilità, creando sondaggi, sviluppando idee ed interagendo con i futuri soci attraverso il web. Fino a quel momento, in tutta la regione, non esisteva nessun Milan Club e la voglia dei milanisti molisani di avere un loro covo rossonero era enorme. In meno di un mese fu trovata la sede, realizzato il logo e indetta la prima riunione per la raccolta firme e la creazione dello statuto. Il giovedì del 28 aprile 2011 viene fondato ufficialmente il Milan Club denominato, appunto, “Campobasso”. Quel giorno coincise con il compleanno del fondatore e attuale presidente, Domenico Palmieri, facendo così a se stesso e anche a tutti i milanisti della zona il regalo più bello. L’inaugurazione fu spostata al sabato successivo in vista di Roma-Milan del 7 maggio e, anche in quell’occasione, ci fu un’altra bella coincidenza: la vittoria scudetto. Insomma, non poteva iniziare meglio di così questa favola rossonera. Sono passati quasi 5 anni ed il Club è cresciuto in maniera esponenziale, contro ogni previsione e con dati entusiasmanti. Oltre al sito internet, sono circa 20.000 le persone che seguono il club da tutto il mondo sui vari social come facebook, twitter e instagram. Il Milan Club Campobasso è ormai una realtà forte e consolidata. Possiede, poi, anche un abbigliamento personalizzato, come t-shirt, felpe, sciarpe, bandiere, gadget e tutto ciò che possa dare un’immagine del Club sempre al top. Il “Progetto Rossonero”del Milan Club Campobasso non si ferma al calcio, perché lo stesso è fortemente impegnato anche nel sociale e ogni anno devolve la somma di €1000 in beneficenza a favore di cause molto importanti.

Quanti iscritti siete e quante volte vi radunate tutti insieme? Riuscite ad andare spesso a San Siro?

Fino ad oggi sono stati raggiunti oltre 200 iscritti e passiamo molto tempo insieme, come in una famiglia. Il Club ha una propria sede in un ambiente riservato ai soci, dove trasmette su maxischermo tutte le partite del Milan, realizza tornei interni, pranzi e cene in concomitanza di partite ed eventi speciali come tornei sportivi di calcio a 11. Fino ad oggi sono state realizzate 30 trasferte, tanto da portare quasi 1000 persone negli stadi di Roma, Napoli, Torino, Frosinone, Pescara, Milano e Firenze. Mediamente facciamo 6/7 trasferte l’anno, un dato molto importante per una città come Campobasso. Il record di 146 persone e 3 pullman in trasferta l’abbiamo raggiunto proprio quest’anno.

C’è qualche personaggio famoso o bizzarro all’interno del vostro Club?

Personaggi famosi legati al nostro Club non ne abbiamo, ma di personaggi bizzarri ce ne sarebbero tanti da elencare! In realtà ci divertiamo tanto insieme, la partita vista al Club è per molti un motivo per lasciare i problemi a casa e passare alcune ore in tranquillità.

Berlusconi ha da poco festeggiato i 30 anni di presidenza al Milan. Quale, secondo voi, è stato il suo periodo migliore?

Il nostro è un Club giovane e con tanti ragazzi, molti ancora non erano nati quando Berlusconi acquistò la società e si sono appassionati al Milan di Kakà, Sheva, Inzaghi, Gattuso e company. Certo, sono stati 30 anni di vittorie, ma il Milan degli “Invincibili” di Sacchi coincide senza ombra di dubbio con il periodo migliore del presidente. Quella fu la squadra più forte di sempre al Mondo.

Credete sia giusto confermare Mihajlovic per la prossima stagione?

In questo momento è impossibile rispondere a questa domanda. La squadra è senza dubbio da terzo posto, senza nulla invidiare alle concorrenti Fiorentina, Inter e Roma. Non riuscire a prendere questa posizione, con tantissimi punti ancora a disposizione, sarebbe un motivo valido per non confermare l’allenatore anche l’anno prossimo.

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy