Milan Club Camisano Cremasco – Alla scoperta dei Milan Club d’Italia

Pianeta Milan vi porta alla scoperta dei più grandi e importanti Milan Club italiani. Oggi la tappa è a Camisano, in provincia di Cremona…

Prosegue l’iniziativa di Pianeta Milan volta a presentarvi tutti i Milan Club più grandi e importanti d’Italia. E oggi, come ogni mercoledì della settimana, rinizia il giro delle presentazioni. Tanto che, con quello odierno, giungiamo ormai al trentunesimo appuntamento. Oggi, dunque, vi portiamo alla scoperta del Milan Club Camisano Cremasco (QUI il loro commento sulla partita Milan-Frosinone), situato nella regione Lombardia. A presentarsi, in realtà, ci hanno pensato direttamente i membri del Club, che hanno risposto ad alcune nostre domande. Ecco cosa ci hanno raccontato:

Ciao! Descriveteci e parlateci un pò del vostro Club. Quando e come è nato?

Il Milan Club è nato nel lontano 1978, anno della nascita di chi vi sta rispondendo, ragione per cui non ho aneddoti sulla sua fondazione, ma penso che la sua longevità sia eloquente.

Quanti iscritti contate e quante volte vi radunate tutti insieme? Riuscite spesso ad andare a San Siro?

Abbiamo circa 120 iscritti, una ventina dei quali si incontrano a cadenza mensile o, all’occorrenza, per la votazione sull’acquisto di oggetti da regalare ai tesserati, approvazione di iniziative festaiole o decisioni per cui vale la pena confrontarsi. Ultimamente riusciamo poco o per niente ad andare allo stadio, causa l’avvento della Tessera del Tifoso e dell’informatizzazione delle procedura. Confidiamo, però, di riuscire ad andare la prossima stagione perché, con un cambio ai ‘vertici’, abbiamo rimediato forze nuove e giovani in grado di adempiere alle esigenze digitali.

C’è qualche personaggio famoso o bizzarro all’interno del vostro Club?

Nel nostro Club non vi sono personaggi famosi, ma abbondiamo di quelli bizzarri che allietano feste, riunioni e visione delle partite. Non ne descriviamo nessuno perché è necessario ‘vedere per credere’.

A Milanello è tornato a circolare il nome di Montella: credete possa essere il tecnico giusto? 

Montella è sicuramente un buon tecnico, ma temiamo che, senza una società forte alle spalle e giocatori all’altezza delle aspettative, naufragherebbe come crediamo abbia fatto quest’anno con la Samp. Detto ciò, con dietro un progetto serio, ci sembra un professionista esemplare, con abbondanza di motivazioni e idee di gioco.

Il rinnovo di Montolivo sembrerebbe essere già pronto. Prolunghereste il suo contratto?

Si, ma soltanto se la cosa dovesse essere fatta a cifre congrue. Non vediamo nel panorama nazionale giocatori cedibili dalle altre società migliori di lui, mentre nel panorama internazionale non crediamo ci siano play maker validi disposti a venire a giocare in questo clima di incertezza.

 

Queste tutte le puntate precedenti:
0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy