Calciomercato Milan – Il Diavolo tenta Nkunku: il punto

Calciomercato Milan – Il Diavolo tenta Nkunku: il punto

Christopher Nkunku, giovane esterno offensivo del PSG, tra i nomi seguiti da Leonardo e Maldini per rinforzare il reparto attaccanti nel 2019-2020

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILANLeonardo e Paolo Maldini, dirigenti del Milan, in vista della prossima stagione intendono rinforzare la batteria degli esterni offensivi dell’organico attualmente a disposizione del tecnico rossonero, Gennaro Gattuso. Tanti, tantissimi i nomi che, negli ultimi giorni, sono stati accostati al club meneghino, tra cui ne è uscito uno passato, però, abbondantemente in sordina.

Si tratta di Christopher Nkunku, classe 1997, francese di origini congolesi, di proprietà del PSG, nel giro della Nazionale Under 21 transalpina. Alto 178 centimetri per 69 chilogrammi di peso, Nkunku gioca nella prima squadra dei capitolini dalla stagione 2015-2016 ma soltanto in questa stagione, con Thomas Tuchel allenatore, ha trovato continuità: ha già disputato 27 partite tra Ligue 1, Champions League e coppe nazionali, con 4 gol e 2 assist all’attivo.

Il Milan ci starebbe pensando poiché Nkunku andrà in scadenza di contratto con il PSG il 30 giugno 2020 e, al momento, non sembrerebbe intenzionato a rinnovare il proprio accordo con i parigini di Nasser Al-Khelaifi: i rossoneri vorrebbero sfruttare gli ottimi rapporti di Leonardo con il PSG per bruciare la concorrenza sul giocatore, ambito anche da Juventus e Inter, in Italia, nonché da Barcellona, Bayern Monaco, Liverpool, Arsenal e Rennes in Europa.

Nel frattempo, il Diavolo si trova alle prese con un’intricata questione di mercato per uno dei suoi attuali top player. Per le ultime, continua a leggere >>>

SCONTO 50% – Gazzetta, l’edizione digitale a metà prezzo (promo per utenti Pianeta Milan). ABBONATI SUBITO!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy