RASSEGNA MILAN – Berlusconi chiamò Putin per Kondogbia

RASSEGNA MILAN – Berlusconi chiamò Putin per Kondogbia

Silvio Berlusconi, presidente del Milan, chiamò Vladimir Putin per provare ad acquistare Kondogbia, ex Monaco, club di Dimitri Rybolovlev.

di Angelo Taglieri
Kondogbia, convocato per il Trofeo Berlusconi

Il Milan ci ha provato fino all’ultimo per Geoffrey Kondogbia. Il centrocampista dell’Inter è stato acquistato questa estate dai nerazzurri, che lo hanno scippato proprio ai cugini rossoneri. Il primo derby della stagione, effettivamente, non si è giocato in campo, in Cina, ma a Montecarlo, sul mercato. Sia Ausilio che Galliani si sono recati nel Principato per provare a prendere il francese Campione del Mondo Under 20 con Paul Pogba e Mario Lemina. Il Milan sembrava in netto vantaggio, ma il giocatore optò poi per l’altra sponda del Naviglio.

Come riporta il “Corriere della Sera” in edicola oggi, Silvio Berlusconi per predere Kondogbia chiamò il capo dello Stato russo, Putin, che è molto amico del presidente del Monaco, Dimitri Rybolovlev. Una chiamata per convincerlo a cedergli Kondogbia. Niente da fare. E questa sera il centrocampista francese difenderà i colori nerazzurri nel primo derby ufficiale della stagione.

E mentre il Milan è alle prese con i soliti dubbi di centrocampo, alla ricerca ancora di forma, equilibrio, sostanza e qualità, sul versante opposto l’Inter punterà proprio su Kondogbia, schierato molto probabilmente come interno di sinistra in un centrocampo a tre, insieme a Felipe Melo (centrale) e Guarin (mezz’ala destra). Tra le ipotesi, però, anche quella di un cambio di modulo e una cabina di regia a due, composta proprio da Kondogbia e Felipe Melo. Questo permetterebbe all’Inter di schierare il 4231 tanto caro a Mancini, aumentando il potenziale offensivo della squadra. Gira e rigira, il perno dell’Inter a centrocampo sarà sempre Kondogbia. Con buona pace del Milan, di Berlusconi e…di Putin.

0 Commenta qui


Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy