MILAN, Mediaset: 90 milioni e non sentirli

MILAN, Mediaset: 90 milioni e non sentirli

Il Milan quest’estate ha investito 90 milioni sul mercato, ma Mihajlovic non ha ricambi

di Gianluca Raspatelli
Sinisa Mihajlovic e Galliani, Milan

Sinisa Mihajlovic è stato chiaro nella conferenza stampa di ieri, alla vigilia della gara di oggi contro il Chievo. L’obiettivo è passare al 4-4-2, ma attualmente è impossibile a causa della mancanza di ricambi da schierare in attacco. In effetti al momento gli unici disponibili sono Carlo Bacca e Luiz Adriano, mentre Niang tornerà contro la Lazio. Per quanto riguarda Menez e Balotelli i tempi sono lunghi e difficili da prevedere.

Ma i limiti di una rosa corta solitamente riguardano i club che decidono di non investire sul mercato, dando magari fiducia ai giovani della Primavera. Invece, come sottolinea oggi Sportmediaset, il Milan quest’estate ha investito eccome. Berlusconi ha messo a disposizione di Galliani per 90 milioni di euro per il mercato, cosa che non accadeva da un po’.

E allora come è possibile che già a ottobre ci siano problemi di ricambi? Ci sono diversi fattori da considerare.

Il primo è senza dubbio la sfortuna. Nessuno avrebbe potuto immaginare l’infortunio di Niang in amichevole, come che il problema alla schiena di Menez sarebbe stato così complicato e che Balotelli avrebbe sofferto di pubalgia. Purtroppo il Milan di questi tempi sta facendo l’abitudine alla rosa dimezzata dagli infortuni.

Ma nella sfortuna, qualcosa di prevedibile c’era. Il Milan ha provato tutta l’estate a giocare col trequartista, e ad ottobre Mihajlovic si accorge che non ha trequartisti di livello in rosa. Per capire che Honda e Suso non andavano bene per il suo modulo ha avuto circa due mesi, un tempo relativamente lungo. Adesso il serbo vuole cambiare modulo per passare al 4-4-2, ma mancano gli esterni e soprattutto gli attaccanti.

Infine la gestione di Galliani, come ricorda la Curva Sud, lascia molto a desiderare. Che mancasse qualità nel centrocampo del Milan era evidente a tutti. E a fine mercato sia i tifosi sia, forse, l’allenatore si aspettavano ben altro rispetto a Kucka.

Tutti questi ingredienti fanno si che il Milan sia ancora in crisi, e che l’allenatore debba schierare un modulo provvisorio a causa della assenze. Ma quando si investono 90 milioni di euro, certi problemi andrebbero preventivati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy