Milan-Atalanta, confronto cruciale tra campo e mercato

Sabato a San Siro il Milan affronta l’Atalanta: gara da vincere a tutti i costi, contro una formazione piena di giovani interessanti e seguiti dai rossoneri

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Reduce dalla sconfitta, immeritata, all’Olimpico di Roma contro i giallorossi di Luciano Spalletti (0-1), il Milan di Vincenzo Montella si prepara all’ultimo impegno casalingo del 2016: sabato 17 dicembre, alle ore 18:00, a ‘San Siro’ arriva l’Atalanta di Gian Piero Gasperini per la 17^ giornata di Serie A. La compagine bergamasca è la rivelazione di questo campionato: partita per salvarsi, con una formazione di giovani anche alla prima esperienza nella massima serie, la Dea occupa la sesta posizione in classifica, in piena zona Europa League, e preannuncia battaglia anche a Milano.

Non ingannino le due sconfitte consecutive incassate dagli orobici contro Juventus ed Udinese, entrambe per 3-1: l’Atalanta gioca bene, unendo forza e tecnica, ed è in grado di far sudare ad Ignazio Abate e compagni le proverbiali sette camicie. Dal canto suo, per il Milan, questa gara assume una valenza fondamentale per cercare di accorciare le distanze su Juventus e Roma, che lo precedono in graduatoria, per tenere dietro la temibile coppia Lazio-Napoli e, soprattutto, per presentarsi alla finale di Supercoppa Italiana (23 dicembre, ore 17:30, a Doha) contro i bianconeri in un’invidiabile posizione e con il morale alle stelle.

Il confronto tra Milan ed Atalanta (l’anno scorso, 7 novembre 2015, a ‘San Siro’ terminò 0-0) non è appetibile soltanto per quanto saprà offrire sul terreno di gioco, bensì assume un interesse particolare anche per gli spunti che potrebbe servire in tema di calciomercato. Il prossimo 3 gennaio 2017, infatti, riapriranno i termini per la compravendita dei calciatori e non è certo un segreto che i giovani gioielli dell’Atalanta siano tra i calciatori più corteggiati dai top club di Serie A. Milan compreso. In porta, Marco Sportiello, che si sta riprendendo dopo un periodo di calo fisiologico e qualche infortunio di troppo; in difesa, il terzino Andrea Conti (1994, la sorpresa Mattia Caldara, centrale classe 1994, bergamasco doc e l’anno scorso in prestito al Cesena; a centrocampo, il colosso ivoriano Franck Kessié (1996) ed il metronomo Roberto Gagliardini (1994). Infine, in attacco, focus sull’ex della partita, il bomberino Andrea Petagna (classe 1995), con il Milan nel sangue, e sul talento del meno giovane Alejandro ‘Papu’ Gómez (1988), esterno offensivo pupillo di Montella.

Chi, di loro, riuscirà a stupire in via definitiva il Presidente Silvio Berlusconi, come fu nella passata stagione per Marten de Roon? Poco più di 48 ore ed i riflettori di ‘San Siro’ si accenderanno sulle stelle di Milan-Atalanta: sperando che, a brillare, siano quelle in maglia rossonera.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Verso Milan-Atalanta: tutto quello che c’è da sapere sulla sfida contro i nerazzurri

Leggi tutte le nostre news sulla cessione del Milan

Leggi tutte le nostre news di calciomercato

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy