PM – Quique Setién: “Partita memorabile, il Milan ci ha concesso molto spazio”

Quique Setién, allenatore del Betis Siviglia, ha parlato in conferenza stampa al termine della vittoria di San Siro contro il Milan: le parole del tecnico biancoverde

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

Dal nostro inviato a San Siro, Luca Fazzini

Al termine del successo di San Siro contro il Milan, l’allenatore del Betis Siviglia, Quique Setién, è intervenuto in conferenza stampa: “Per noi è una vittoria importante, non solo per i tre punti e il primo posto in classifica, ma perchè ci dà prestigio in Europa dopo diversi anni. Abbiamo fatto una grande partita, specialmente nel primo tempo. Nella ripresa abbiamo avuto diverse occasioni. Perdita di tempo? Non mi piace come cosa, ma sono sicuro che i miei giocatori non lo hanno fatto apposta, parlerò con loro. La ripresa non è stata facile, chiedo scusa perchè non siamo una squadra che vuole perdere tempo”.

Sul Milan: “Credo che siano rimasti un sorpresi dal nostro gioco. Li abbiamo obbligati a giocare palle lunghe, noi abbiamo abilità nella gestione del pallone. Oggi abbiamo giocato con personalità, abbiamo avuto ciò che spesso ci è mancato. Il Milan è una grande squadra, li rispetto molto, nella seconda parte della partita lo abbiamo visto”.

Sul valore della vittoria: “Questa è la mia prima esperienza in Europa, sta andando bene. E’ stata una partita memorabile, vincere in uno scenario così è un’enorme soddisfazione, la ricorderanno tutti. Dedichiamo questa vittoria a tanti tifosi del Betis, che sono sicuro che ricorderanno questa vittoria in questo stadio”.

Se questa vittoria alza l’autostima della squadra: “Ad inizio partita, prima del gol, non riuscivamo a finalizzare bene le azioni. Oggi fortunatamente abbiamo trovato più spazi per attaccare”.

Su Lo Celso: “E’ evidente che sia un grande calciatore. Si sente a suo agio, sa cosa gli chiediamo. Oggi però anche i suoi compagni hanno fatto una grande partita. La squadra oggi ha fatto uno sforzo enorme, ha avuto grandissima personalità”.

Sul bel gioco: “Non cambio in base alle vittorie o le sconfitte della squadra. Nel breve periodo, i risultati possono essere deludenti, ma vogliamo crescere, siamo sicuri di ciò che vogliamo, non abbiamo dubbi. Sappiamo che si può vincere o perdere, l’importante è giocare bene perchè solo così ci possono essere possibilità di vincere. Abbiamo giocato bene nella maggior parte delle volte, un giorno come oggi ci dà forza. Dentro dello spogliatoio, c’è tanta consapevolezza. Stiamo crescendo in maniera esponenziale”.

Sul gioco espresso oggi: “Abbiamo giocato molto più in verticale, avevamo molti più spazi, il Milan ce l’ha permesso. Contro il Valladolid è stata una partita completamente diversa, il nostro modo di giocare dipende dagli avversari”.

Sulle occasioni: “Non abbiamo mai perso la nostra fiducia, l’importante è aver fatto due gol oggi. Sfruttando le occasioni avremmo potuto farne altri due. Il calcio non è una scienza esatta, non si può calcolare tutto”.

Sulla personalità: “Le ultime parole prima di scendere in campo sono state di avere la personalità giusta nel gestire la palla, affrontando la palla come se fosse una partita normale, senza avere la pressione dello stadio o dell’avversario”.

CLICCA QUI PER LE PAGELLE DI MILAN-BETIS!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy