Milan, tutto pronto per l’esame di greco

Dopo la bella vittoria di domenica sera contro il Sassuolo, il Milan si rituffa in Europa League ospitando i greci dell’Olympiacos nel secondo turno del Girone F

di Redazione

di Enrico Maggioni

Gennaro Gattuso, felice per le quattro reti messe a segno dai suoi ragazzi a Reggio Emilia, utili a dare ossigeno ad una classifica troppo asfittica, ritrova i suoi campioni dopo 24 ore di assoluta libertà e spera che dall’infermeria giungano buone notizie: l’obiettivo è recuperare per la sfida di giovedì sera il bomber Gonzalo Higuain, ai box da una settimana ed atteso al rientro da tutto il popolo rossonero.

Il match di Europa League di giovedì si preannuncia difficile: sebbene reduce dal k.o. interno nella sfida al vertice contro il Paok, l’Olympiacos, guidata da Pedro Martins, è squadra temibile, con buona esperienza internazionale e, forte dell’entusiasmo del suo caldissimo tifo, per nulla intimorita dal blasone rossonero.

Dopo aver eliminato nei turni preliminari gli elvetici del Lucerna e, soprattutto, i rocciosi inglesi del Burnley, dati per favoriti alla vigilia, i greci, schierati con un collaudato 4-2-3-1, affrontano i rossoneri senza alcun timore reverenziale e a ben 59 anni dall’ultima sfida giocata a Milano. Nell’edizione della Coppa Campioni 1959-60, il Milan ebbe la meglio dell’Olympiacos nel doppio confronto: decisivo fu il 3-1 di San Siro con tripletta di Pantera Danova.

Da quel momento rossoneri e biancorossi non si sono più incrociati: la sfida di giovedì sera al Meazza è la quinta del Milan contro formazioni elleniche, con all’attivo quattro vittorie ed un pareggio a reti bianche lo scorso anno contro l’AEK Atene.

Contro i greci, ancora privi della stella Yaya Touré ma con una formazione solida e dal brillante gioco collettivo, come dimostrano i molteplici marcatori di questo inizio stagione, il Milan dovrà prestare molta attenzione. Il pareggio colto dall’Olympiacos nella gara di esordio di EL contro il Betis richiama i rossoneri ad una gara di concentrazione e pazienza: per scardinare il muro greco serviranno i guizzi di Hakan Calhanoglu e i gol del ritrovato Jesus Suso, abile a fornire pregevoli assist a Higuain o a duettare con il connazionale Samu Castillejo.

Clicca qui per le ultime sulle condizioni del ‘Pipita’, ancora in dubbio per la gara di Europa League!

+++ Guarda Gratis per un mese DAZN!! CLICCA QUI ++

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy