Milan, quella contro il Dudelange è più di una semplice gara: i motivi

Dopo il buon pareggio contro la Lazio, il Milan torna a respirare l’aria di Europa contro il Dudelange: la squadra di Gattuso deve assolutamente vincere

di Redazione

di Enrico Maggioni

La gara di giovedì è ben altro che un semplice impegno da sbrigare. I ragazzi di Gattuso, chiamati ad un tour de force nel prossimo mese di dicembre, sono chiamati ad una vittoria netta e senza dover faticare molto. Ma Gattuso, che domenica a Roma ha rinunciato ai cambi esattamente come Capello nel Milan di ben 26 anni fa, dovrà necessariamente attingere alle seconde e…terze linee per dare respiro ad una rosa di titolari messa a dura prova dalle forzate e lunghe assenze di capitan Alessio Romagnoli, Mateo Musacchio e Mattia Caldara in difesa oltre a Lucas Biglia e Giacomo Bonaventura a centrocampo.

Andrea Conti a parte, finalmente pronto ma non utilizzabile in Europa League in quanto non inserito nelle liste UEFA, Gattuso recupera Gonzalo Higuain al centro dell’attacco. Il Pipita, presente a Milanello insieme a molti altri compagni nonostante il giorno di riposo, indice di “mentalità ed appartenenza” come ben sottolineato da Gattuso, è chiamato a guidare un gruppo inedito con in campo Stefan Simic nel pacchetto arretrato, Josè Mauri e Andrea Bertolacci in mediana oltre a Samu Castillejo in attacco a sostenere il bomber argentino.

Leader di un gruppo sempre più coeso e fortemente legato al proprio mister, Gattuso è chiamato a coinvolgere tutti i giocatori per dare fiato ad un progetto tecnico che si è improvvisamente ritrovato senza i migliori protagonisti.Giovedì sera il tecnico, che riflette su tempi e modi degli infortunati in mediana, grazie ai quali ha tuttavia scoperto le qualità tattiche dì Timouè Bakayoko, intende portare a casa senza troppi patemi il risultato ma deve convincersi della necessità di scegliere un ampio turnover per preservare le attuali prime scelte per i match di campionato.Ad un anno esatto dall’arrivo sulla panchina del Milan, Gattuso sceglie la gara di Europa League per un bilancio che ha più lati positivi che oscuri. Il match infrasettimanale serve a preparare il Milan al rush in campionato prima della sessione invernale di calciomercato che potrebbe regalare a Ringhio qualche campione per il sogno Champions.

A PROPOSITO DI SECONDE LINEE, L’AGENTE DI MAURI HA PARLATO DEL FUTURO DEL SUO ASSISTITO, CONTINUA A LEGGERE >>>

+++ Guarda GRATIS per un mese il MILAN su DAZN: CLICCA QUI +++

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy