Brocchi deluso: “Voglia e atteggiamento, non ho visto niente”

Brocchi deluso: “Voglia e atteggiamento, non ho visto niente”

Cristian Brocchi quasi rassegnato al termine del match: “Per la finale spero che ogni giocatore scavi dentro di sé per trovare le motivazioni giuste”

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Cristian Brocchi Milan

Se Milan-Roma di ieri sera doveva rappresentare la prova generale in vista della finale di Coppa Italia di sabato prossimo contro la Juventus, resta da capire chi, eccezion fatta per il portiere Gianluigi Donnarumma, scenderà in campo contro i bianconeri perché, ha sottolineato ‘La Gazzetta dello Sport’ in edicola questa mattina, a giudicare dalla gara di ieri, il tecnico del Milan Cristian Brocchi dovrebbe cambiare dieci giocatori su dieci. Il disastro, in casa Milan, è totale, in barba ai “miglioramenti visibili nel gioco” che l’allenatore aveva professato nella conferenza stampa della vigilia della sfida contro i giallorossi: questo Milan, ha evidenziato la ‘rosea’, è imbarazzante, “ampiamente sotto al livello della dignità minima”, con una strategia tattica confusa, giocatori spenti, timorosi e privi di combattività.

Silvio Berlusconi ha seguito lo scempio dalla sua villa in Sardegna, mentre la figlia Barbara non ha potuto far altro che imprecare dallo stadio. Il ‘casting’ per la finale dello stadio ‘Olimpico’ ha fallito miseramente, e Brocchi, nel post partita, non ha potuto far altro che prenderne atto: “Sono molto deluso e arrabbiato. È stata una partita mal interpretata non solo dal punto di vista tecnico-tattico – ha detto Brocchi, le cui dichiarazioni sono state riprese da ‘La Gazzetta dello Sport’ -; in campo non è stato messo nulla in termini di atteggiamento e voglia, non hanno messo ciò che in settimana mi hanno detto a parole. Non c’è stata voglia di combattere, e questa è la cosa più grave. L’aspetto psicologico è importante, ma se non ce l’hai dentro non puoi tirarlo fuori. Spero che ognuno scavi dentro di sé e ponga rimedio – ha rimarcato un Brocchi quasi rassegnato -: in questa settimana ogni singolo giocatore dovrà lavorare su sé stesso e capire cosa va a giocarsi sabato a Roma, altrimenti diventa difficile per qualsiasi allenatore. Il cambio di Balotelli? Ho bisogno di giocatori che, se non riescono a fare la giocata, mi diano almeno l’atteggiamento. Ha pagato lui le conseguenze e le colpe di molti compagni, avrebbe potuto succedere ad altri”.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Super Higuaín, battuto il record di Nordhal

Top e Flop: tutto il meglio e il peggio di Milan-Roma

Le dichiarazioni di Daniele De Rossi

Le dichiarazioni di Cristian Brocchi

Le dichiarazioni di Luciano Spalletti

Le parole di Christian Abbiati

El Shaarawy a PM: “Tante emozioni a San Siro. Il mio futuro? Non si sa”

Balla la Roma, tracollo Milan

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy