ABBIATI: “Siamo molto uniti, la Coppa è un obiettivo importante”

Christian Abbiati, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Samp – Milan, ha suonato la carica. E sul Pisa: “Si, ma per vedere le partite da tifoso”

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Christian Abbiati Milan

Quest’oggi, alla conferenza stampa della vigilia di Samp – Milan, erano presenti, oltre al tecnico rossonero Sinisa Mihajlovic, anche Christian Abbiati e Philippe Mexés, quasi certamente titolari domani sera al ‘Ferraris’ contro i doriani di Vincenzo Montella.

In particolare, Abbiati, dopo aver rivolto gli auguri al Milan, che oggi compie 116 anni, ha spiegato come, in vista della partita di domani sera a Genova, non servano motivazioni particolari. “Vogliamo vincere la Coppa, è un obiettivo importante e poi giocare nel Milan è già una grande motivazione”, ha sottolineato Abbiati, il quale ha tenuto a precisare come, all’interno dello spogliatoio del Milan, vi sia molta armonia. “Siamo molto uniti, tutti remano nella stessa direzione, anche chi gioca poco cerca di dare il massimo sempre, anche in allenamento. Clima di sfiducia? Se alcuni giocatori soffrono un certo clima è un problema di carattere che però non si può cambiare, nemmeno con gli allenamenti – ha riferito Abbiati -. Io mi ricordo di Seedorf, lo fischiavano e chiedeva la palla, ma non tutti possono essere come lui”.

Chiusura dedicata alle voci che lo vedrebbero lasciare il Milan a gennaio per andare al Pisa allenato dall’amico Gennaro Gattuso: “Io a Pisa da Gattuso? Si, per vedere le partite da tifoso, ma non per giocare, resto al Milan fino a fine stagione”, la convinzione di Abbiati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy