Piatek non segna più: va recuperato il Pistolero

Piatek non segna più: va recuperato il Pistolero

Un gol in cinque partite e poche occasioni. Senza le reti di Piatek si fa dura per la Champions. I rossoneri non possono fare a meno del Pistolero.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Una sola rete nelle ultime cinque partite con la maglia del Milan. Per la prima volta da quando è in rossonero non ha segnato per due gare consecutive in Serie A. E se da un lato i tifosi milanisti possono sperare che quindi non arrivi a tre, dall’altro c’è da domandarsi e capire perché Krzysztof Piatek, dopo un inizio a mille all’ora abbia rallenatato. Non si può certo dire si sia fermato, non si può ovviamente parlare di crisi del gol, ma la media si è abbassata e al momento il Milan pare non possa fare a meno dei suoi gol.

Ma quanta colpa ha il polacco e quanto invece è causa del gioco rossonero? Nelle partite pre-derby il Milan ha trovato spesso la via del gol, segnando nove reti tra Atalanta, Cagliari ed Empoli, due al Chievo Verona e una alla Roma. Paradossalmente anche nel derby sono arrivati due gol, ma entrambi su palla inattiva. Per il resto, lo 0-0 senza creare praticamente nulla con la Lazio in Coppa Italia, un 1-0 sudato col Sassuolo e la sfida di ieri. Tre gare in cui la squadra di Gennaro Gattuso ha fatto fatica a manovrare in modo pulito, sbagliando tanti passaggi e arrivando raramente nell’area avversaria. Ciò non significa che i rossoneri abbiano giocato in modo difensivo, ma che queste gare hanno tutte un comune denominatore: una costruzione caratterizzata da tanti errori.

Così Piatek rimane spesso isolato davanti, senza compagni pronti a servirlo e quindi con pochi palloni da buttare in rete. A differenza del predecessore Gonzalo Higuain, che sta faticando anche al Chelsea, infatti non si contano occasioni sbagliate da Piatek in queste gare, ma una effettiva difficoltà nell’andare alla conclusione. Anzi, con il Chievo ha avuto una palla sporca e l’ha messa dentro. Ciò lascia intendere che il problema sia molto più generico, sia della squadra più che di Piatek.

Ma siccome il rischio di perdere un giocatore è sempre dietro l’angolo, è giusto concentrarsi su di lui. Il Pistolero ha iniziato con la media di un gol a partita e in questo finale di stagione c’è la necessità di recuperarlo per diversi motivi: la qualificazione in Champions League passa dai suoi gol, poi perchè bisogna evitare assolutamente un nuovo caso attaccante in casa Milan. C’è tutto il tempo per far sì che il finale di stagione sia positivo e che, anzi, Piatek diventi l’eroe rossonero, ma bisogna dare le cartucce al Pistolero.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy