Milan, non ti fermare: vincere è la medicina migliore

Due battute d’arresto, contro Inter e Betis, poi due vittorie, contro Sampdoria e Genoa: il Milan di Gennaro Gattuso va ad Udine alla ricerca di continuità

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Non c’è pausa per il Milan di Gennaro Gattuso: domani sera, alle ore 20:30, Alessio Romagnoli e compagni, infatti, saranno di scena alla ‘Dacia Arena’ di Udine, casa dell’Udinese di Júlio Velázquez, per il posticipo dell’11^ giornata di Serie A (clicca qui per tutte le news sul match in tempo reale!).

I rossoneri, che si presenteranno in Friuli in formazione largamente rimaneggiata (fuori, dalla lista dei convocati diramata nel primo pomeriggio, titolari fissi come Davide Calabria, Lucas Biglia, Giacomo ‘Jack’ Bonaventura e Hakan Çalhanoglu), vogliono però dare seguito alle due ultime gare disputate a ‘San Siro’.

Dopo la doppia sconfitta incamerata nel derby contro l’Inter (0-1), e nella terza giornata del Gruppo F di Europa League contro il Betis (1-2), infatti, il Diavolo si è rialzato nell’ultima settimana, vincendo per due volte, sempre tra le mura amiche, contro la Sampdoria (3-2) ed il Genoa (2-1), scalando rapidamente posizioni in classifica ed issandosi, momentaneamente, al quarto posto.

Una piazza, condivisa con la Lazio, che il Milan vuole, assolutamente, difendere con le unghie e con i denti: questo, infatti, la qualificazione alla prossima edizione della Champions League, è l’obiettivo dichiarato dal club di Via Aldo Rossi in questa stagione. E Gattuso, intervenuto quest’oggi a Milanello in conferenza stampa per presentare i temi principali della sfida contro l’Udinese, ha sottolineato come vincere rappresenti, da sempre, la medicina migliore per una squadra ‘febbricitante’.

“Quando si riesce a fare risultati, vincendo 3-4 partite di fila, la personalità cresce. In questo momento abbiamo voglia di sacrificarci, contro Sampdoria e Genoa ci siamo sacrificati molto – ha evidenziato l’allenatore calabrese -. Contro il Genoa potevamo sviluppare meglio il gioco dopo l’1-0, non possiamo farci scappare le partite dalle mani”. Qualità, concentrazione, spirito di sacrificio e di unità: questo, in sostanza, ciò che chiede Gattuso al suo Milan per uscire con i tre punti da un campo storicamente ostico come quello di Udine.

Sbancare la ‘Dacia Arena’, tra l’altro, consentirebbe ai rossoneri, oltre che a solidificare la quarta posizione, anche di presentarsi con il morale alle stelle giovedì sera, a Siviglia, in occasione della trasferta di Europa League allo stadio ‘Beníto Villamarín’, al cospetto del Betis, per affrontare nel migliore dei modi una gara decisiva per la classifica del girone europeo. Un doppio successo, quindi, rappresenterebbe un viatico eccellente per le sfide di campionato contro Juventus e Lazio.

Milan, sei atteso da un vero e proprio ‘ciclo della morte’: in questo momento, con queste difficoltà, tutta la squadra è chiamata a fare meglio. E il condottiero Gattuso ha già tracciato la strada maestra.

INTANTO, LEONARDO E PAOLO MALDINI SI MUOVONO SUL MERCATO IN VISTA DI GENNAIO. PER LE ULTIME, IMPORTANTI NOVITÀ SU ZLATAN IBRAHIMOVIĆ, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy