Milan, numeri da Champions League e il terzo posto non è un miraggio…

Con 42 punti dopo 24 giornate per il Milan poi a fine anno c’è sempre stato un piazzamento nei primi quattro posti e il terzo ora è alla portata

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Una classifica così in casa Milan non si vedeva da tempo. 42 punti dopo 24 giornate. L’ultima volta che i rossoneri avevano fatto così tanti punti è stato nella stagione 2011/12. Era tutt’altro Milan, c’era ancora Massimiliano Allegri in panchina, Zlatan Ibrahimovic, Thiago Silva e tutti i senatori in campo. Era il Milan campione d’Italia e dopo 24 giornate aveva totalizzato ben 53 punti. Dopo di allora, però, sempre meno dei 42 conquistati finora dagli uomini di Gennaro Gattuso. Segno chiaro di un cambiamento importante, arrivato dopo tanta attesa, in casa Milan.

I rossoneri vogliono riconquistare la Champions League e il cammino fino a questo momento è perfettamente in linea. C’è anche un altro dato, che magari i più scarmantici non apprezzeranno, ma che è davvero significativo per comprendere quanto di buono stia facendo il Milan quest’anno: ogni volta che i rossoneri hanno fatto almeno 42 punti dopo 24 giornate, poi sono arrivati nei primi quattro posti. Questo ovviamente significherebbe qualificarsi alla Champions. Inoltre, il Milan ha anche gli scontri diretti con Roma e Atalanta a favore; ha già giocato contro giallorossi, bergamaschi e contro il Napoli. Di partite “difficili” sulla carta, restano solo Juventus, Lazio e Derby.

A proposito di Derby. Ma visto l’ottimo momento rossonero, visti i dati che fanno sognare e che mancavano da tanto, visto un Krzysztof Piatek così, un gruppo così coeso e vista la situazione diametralmente opposta dall’altra parte di Milano, perché non sognare un po’? Il terzo posto è alla portata e c’è ancora un Derby da giocare. L’Inter sta giocando in questo momento contro la Sampdoria e a fine giornata potrebbe non avere più 4 punti di vantaggio sui rossoneri. Ora c’è un solo punto di distacco, che potrebbero diventare 2 o tornare 4. Pochi, in ogni caso, soprattutto come detto con uno scontro diretto da giocare. C’è il dovere di provarci. Significa aggiungere un posto possibile alla corsa Champions, significherebbe anche dare un segnale importante. Ma per questo Milan nulla sembra essere proibitivo a prescindere.

PER I NUMERI DI ATALANTA-MILAN… CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy