Ancelotti: “Istanbul 2005? Senza il supporto della società, sarebbe finita”

Ancelotti: “Istanbul 2005? Senza il supporto della società, sarebbe finita”

Carlo Ancelotti, ex allenatore del Milan, è tornato a parlare della finale di Champions League persa nel 2005 dalla sua squadra contro il Liverpool

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Carlo Ancelotti, oggi tecnico del Napoli ma ex calciatore ed allenatore del Milan, è stato insignito, stamattina, del premio ‘Etica dello Sport‘ dall’Università di Tor Vergata, Roma.

Alla domanda di un tifoso rossonero sulla sconfitta di Istanbul nella finale di Champions League del 2005, quella persa ai calci di rigore contro il Liverpool, Ancelotti ha dichiarato: “Non mi prendo mai troppo sul serio – ha riportato gazzetta.it -. In una partita di calcio possono succedere tre cose: si può vincere, pareggiare o perdere. Di peggio non può succedere nulla. A Istanbul abbiamo perso male, ma senza il supporto della società sarebbe finita. Il Milan in quell’occasione si comportò da società, capendo che avevamo giocato bene anche se il risultato non ci aveva premiato. Da lì siamo ripartiti”.

Intanto, contemporaneamente, a Palazzo Marino, nel Comune di Milano, Fondazione Milan ha presentato un bel progetto partecipato all’insegna dei veri valori dello sport. Per i dettagli, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy