Storari si racconta: “Il mio idolo era Giovanni Cervone”

Storari si racconta: “Il mio idolo era Giovanni Cervone”

Oggi l’estremo difensore Marco Storari compie 41 anni. In un video su Dugout ha raccontato alcuni aneddoti molto interessanti della sua carriera

di Michele Neri, @micheleneri98

Giorno di festa in casa Storari, e non solo perché le squadre vanno in vacanza. Il portiere del Milan, al momento ai box per un infortunio nel riscaldamento del derby di Coppa Italia, compie oggi 41 anni. A Dugout ha raccontato tutte le prime volte: la prima squadra in cui ha giocato, il primo trofeo vinto, e pure il suo primo idolo: “Giovanni Cervone, il portiere della Roma”.

La prima squadra: “Il Forte Braschi, qui pure la prima bella parata”.
La prima espulsione: “In Serie B quando giocavo nel Messina. L’avversario era il Bari”.
Il primo trofeo vinto: “Con gli allievi nazionali della Roma”.
Il primo match di calcio che ha visto: “Mi portò mio papà all’Olimpico, mi ricordo questa esplosione di verde. Era la prima volta che andavo allo stadio, non mi ricordo però contro chi giocasse la Roma”.
La prima grande delusione: “Quando mi mandarono via dalla Roma. Avevo forse 16 o 17 anni. Mi scartarono e andai a giocare da un’altra parte”.
Il primo compagno di stanza: “Mi ricordo la prima convocazione in prima squadra quando giocavo nel Perugia. Il compagno era Milan Rapaic”.
Il primo ricordo da giocatore del Milan: “Quando sono arrivato a Milanello nel 2007. Ho visto i miei primi compagni. C’erano Maldini, Rino Gattuso e Seedorf “.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Buon compleanno Storari! Il Milan: “Auguri e torna presto”

Storari, possibile futuro da dirigente

L’entità dell’infortunio di Marco Storari

Tutte le nostre news dal mondo dei social

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy