Trapattoni: “Moreno? La prigione non lo ha reso umile”

Trapattoni: “Moreno? La prigione non lo ha reso umile”

Botta e risposta tra Giovanni Trapattoni e Byron Moreno. Dopo il “codardo” rivolto all’ex CT dell’Italia la replica del Trap non si è fatta attendere

di Peppe Gallozzi

ULTIME MILAN – Non si è fatta attendere la risposta di Giovanni Trapattoni alle accuse che gli sono state rivolte da Byron Moreno, l’arbitro ecuadoregno protagonista dell’eliminazione dell’Italia dai Mondiali del 2002 ad opera della Corea del Sud padrona di casa. Moreno ha definito l’ex CT della Nazionale Italiana un codardo sia per aver rifiutato di parlare con lui a fine gara e sia, parlando soprattutto in ambito tecnico, per aver inserito Damiano Tommasi dopo l’espulsione di Francesco Totti in quella sciagurata partita.

Come detto la replica non si è fatta attendere ed è arrivata, puntuale, dal profilo Twitter del Trap: “Essere chiamato codardo da Moreno mi mancava! Che dire? Io lo reputo invece molto coraggioso (o folle) per essere tornato a difendere quell’arbitraggio. Caro Byron, la prigione e gli anni non sembrano averti trasmesso un minimo di umiltà“. Una risposta da Trapattoni che, come sempre, ha confermato di non avere peli sulla lingua in determinati contesti.

Intanto, parlando di arbitri, il Milan difficilmente dovrebbe far ricorso in merito ad un’altra decisione, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy