Tuttosport – Cessione Milan: Yonghong Li vola negli States da Commisso

Tuttosport – Cessione Milan: Yonghong Li vola negli States da Commisso

Yonghong Li si troverebbe a New York: che sia la svolta buona per riprendere, magari concludere, i negoziati con Rocco Commisso? I retroscena

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Grandi novità, secondo l’edizione odierna di ‘Tuttosport’, sarebbero attese, magari a breve, nella trattativa che potrebbe portare il Milan dalle mani dell’imprenditore cinese Yonghong Li a quelle del magnate italo-statunitense Rocco Commisso.

L’azionista di maggioranza del club rossonero, infatti, sarebbe volato alla volta di New York, accompagnato dal suo braccio destro David Han Li, direttore esecutivo del Milan, e dagli avvocati dello studio White&Case per riprendere i negoziati con Commisso, già interrotti per ben tre volte nelle precedenti settimane pur essendo arrivati ad un passo dallo stipulare un accordo.

Proprio questa era la volontà di Commisso quando, al termine della scorsa settimana, aveva emesso un comunicato ufficiale nel quale spiegava ai tifosi del Milan a che punto stesse la trattativa e come Yonghong Li avesse dato la sensazione di non volersi privare del club in tempi brevi, mettendolo, di fatto, dinanzi le sue responsabilità.

È possibile, dunque, in base alle informazioni in possesso del quotidiano torinese, che Yonghong Li abbia deciso di andare incontro alla proposta di Commisso (clicca QUI per tutti i dettagli economici) o che, magari, sia stato lo stesso fondatore di Mediacom Communications e patron dei New York Cosmos a dare qualche segnale di apertura verso l’imprenditore cinese.

Uno degli aspetti che avrebbe frenato la trattativa tra Yonghong Li e Commisso sarebbe stato l’inserimento, nelle clausole contrattuali, di una condizione secondo la quale vi sarebbe stata una non diluizione della quota residua di azioni di Yonghong Li nel Milan (30%) anche di fronte nuovi aumenti di capitale che il club rossonero dovrà fare nel corso dei prossimi anni.

Clausola, questa, che avrebbe fatto sobbalzare dalla sedia Commisso. Un eventuale, repentino cambio di proprietà potrebbe avere persino una sua pesante valenza in vista dell’udienza che il Milan sosterrà dinanzi il Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) di Losanna per chiedere la riammissione all’Europa League: ecco su cosa si baserà la difesa del club rossonero.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy