Suso, il salva Milan: “Se battiamo la Juventus torno a casa a piedi”

Suso, il salva Milan: “Se battiamo la Juventus torno a casa a piedi”

Jesús Suso, esterno offensivo rossonero, carico in vista del big match di domani a San Siro: “Io e la squadra siamo tutti con Vincenzo Montella”

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Giornata di conferenza stampa, ieri, a Milanello, per Jesús Suso, esterno offensivo del Milan, il quale, analizzando la vittoria dei rossoneri per 4-1 sul Chievo, ha in seguito prontamente introdotto le tematiche principali della sfida di domani pomeriggio, ore 18:00, a San Siro contro la Juventus. Tanti quotidiani questa mattina in edicola (‘La Gazzetta dello Sport’, ‘Corriere della Sera’, ‘Corriere dello Sport – Stadio’ e ‘La Stampa’, per citarne alcuni) hanno dedicato ampio risalto alle dichiarazioni dell’ex Almería, Liverpool e Genoa, apparso molto carico per la partita contro i bianconeri.

“Proveremo, nel nostro stadio, a non perdere ed a fare almeno un punto”, l’esordio di Suso, che non deve suonare come una resa anticipata del Milan. Anzi, tutt’altro. “Non sono pessimista, la Juventus è più forte altrimenti non sarebbe davanti a noi in classifica. A San Siro contro le piccole dobbiamo vincere, contro le grandi può succedere di tutto. Per questo dico che l’obiettivo contro di loro è fare almeno un punto”. Anche se, poco dopo, sul suo account ufficiale di ‘Twitter’, Suso ha utilizzato senza mezzi termini la parola ‘vittoria’.

“Eravamo bloccati – ha quindi aggiunto in riferimento al successo del ‘Bentegodi’ -, ed avevamo bisogno di una vittoria che ci desse fiducia. Dovremo giocare da squadra unita e compatta anche contro la Juventus. Se vinciamo e segno vado a casa a piedi: tanto abito a 50 metri da San Siro. Vincere sarebbe importante”. Sulla sua posizione in campo, lo spagnolo ha commentato: “Sulla fascia mi sento più a mio agio, ma mi adatto senza problemi. Vincenzo Montella mi ha dato tutto: io e la squadra siamo con lui”.

Chiosa sul suo futuro: fresco di rinnovo contrattuale fino al 30 giugno 2022, c’è già chi lo vorrebbe lontano da Milano per riequilibrare i conti rossoneri in caso di mancata qualificazione alla prossima Champions League. Questa l’opinione del nativo di Cadice: “Ho appena rinnovato, se Marco Fassone voleva vendermi magari me l’avrebbe detto. E poi io sono felice qui: voglio restare a lungo nel Milan”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Suso a ‘Premium Sport’: “Alla Juventus toglierei Pjanić”

Suso, l’insostituibile: lo spagnolo è il motore del Milan

Suso a ‘Milan TV’: “Qui mi sento importante”

Chievo-Milan, le pagelle rossonere: Suso il migliore, male Biglia

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy