Scaroni: “Vogliamo fare lo stadio più bello al mondo. Ristrutturazione? Impraticabile”

Scaroni: “Vogliamo fare lo stadio più bello al mondo. Ristrutturazione? Impraticabile”

Attraverso una intervista pubblicata da ‘Il Sole 24 Ore’, il presidente del Milan Paolo Scaroni ha commentato la questione stadio

di Alessio Roccio, @Roccio92

Attraverso una intervista pubblicata da ‘Il Sole 24 Ore‘, il presidente del Milan Paolo Scaroni ha commentato la questione riguardante lo stadio. “Anch’io avrei nostalgia di San Siro. Ma ho più nostalgia di un Milan vincente”. Esordisce così il numero uno dei rossoneri in merito al tema impianto.

Scaroni, che nei giorni scorsi aveva già lanciato un attacco, apre sul tema della proprietà comunale: “Se costruiremo lo stadio sul terreno pubblico mi sembra ovvio che resti tale anche la struttura. Non è un problema per noi. A patto che Palazzo Marino ne tenga conto nel decidere durata e condizioni della concessione”, ha proseguito.

Sull’impianto: “Il mio obiettivo è fare a Milano lo stadio più bello del mondo. E c’è una sola strada: edificare un impianto ex novo. La ristrutturazione è impraticabile per ragioni oggettive. Non si possono condurre lavori pervasivi giocando ogni tre giorni e trasferirsi per tre anni lontano dalla città mi pare inaccettabile”.

Sui vantaggi: “Il nuovo stadio consentirebbe anche di ridurre i costi – sottolinea Scaroni – e perché la tecnologia consente di cambiare il brand e i colori dell’impianto facilmente. Oggi invece per questi interventi spendiamo quattro milioni all’anno. D’altronde Milan e Inter, a differenza di altri team “concittadini”, hanno dimostrato di saper convivere. Non vedo problemi in questo senso”. Del tema stadio ne ha parlato anche il Ministro degli Interni Matteo Salvini: continua a leggere>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy