Rossoneri in Russia: un Mondiale per rinascere

Rossoneri in Russia: un Mondiale per rinascere

Anche in assenza dell’Italia, sono tanti i tesserati del Milan che sfrutteranno il Mondiale in Russia per rilanciarsi in vista della prossima stagione

di Giovanni Calenda

NIKOLA KALINIC

Il capitolo centravanti è un tasto dolente per il Milan. Nikola Kalinic arrivato nel capoluogo lombardo con grosse aspettative ha completamente deluso: solo 6 gol in campionato. Quindi anche per lui vale lo stesso discorso fatto per Biglia sulla necessità di trovare continuità. Nell’amichevole di ieri contro il Senegal ha vissuto metà partita in panchina, surclassato dalle scelte del ct Dalic ricadute su Rebic, Mandzukic e Perisic. Per lui spazio solo nella ripresa dove la sua Nazionale ha segnato due gol: non ha posto la sua firma sulla vittoria (2-1) ma sicuramente fa morale. L’età avanza (30 anni) e le occasioni per mettersi in mostra cominciano a venir meno. Per convincere i dirigenti del Milan a restare in rossonero ci vorrà una grande prova.

VAI ALLA PROSSIMA SCHEDA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy