Panchina Milan, Berlusconi riflette: Brocchi o Giampaolo?

Panchina Milan, Berlusconi riflette: Brocchi o Giampaolo?

Silvio Berlusconi, che resterà Presidente anche in caso di cessione del club, valuta se confermare Cristian Brocchi o puntare su Marco Giampaolo

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Come sottolineato dal ‘Corriere dello Sport – Stadio’ in edicola questa mattina, il problema più urgente in casa Milan è scegliere il nome del nuovo allenatore: solo il Presidente rossonero, Silvio Berlusconi, può dare l’ufficialità necessaria. All’ex Premier piacerebbe confermare in panchina Cristian Brocchi, sulla scia delle ultime 7 gare della stagione appena andata in archivio e che, a suo modo di vedere, meriterebbe di ricominciare l’avventura alla conduzione della prima squadra sin dall’inizio del prossimo campionato. Ma Berlusconi, secondo il ‘CorSport’, sta riflettendo anche sull’opportunità di assecondare la linea proposta da Adriano Galliani, secondo cui l’uomo giusto al momento giusto sarebbe Marco Giampaolo, tecnico che molto bene ha fatto nell’ultima esperienza sulla panchina dell’Empoli. Intanto, però, il tempo passa, e se Giampaolo sarebbe disponibile anche a fermarsi un anno, Brocchi sarebbe rimasto in parola con il Crotone, club ancora a caccia dell’allenatore per il suo esordio in Serie A. I pitagorici però, potrebbero bruciare tutti, annunciando il prossimo tecnico (Davide Nicola) già nelle prossime ore: poco male, nel caso, per Brocchi, il quale resterebbe favorito su Giampaolo perché, ad onor del vero, non è arrivato finora alcun segnale contrario ad una sua riconferma in panchina.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Giovani, 4-3-3 e fraseggio: ecco chi è Frank de Boer

Focus De Sciglio: prova incolore del rossonero contro l’Irlanda

Diego Lopez, Suso e gli altri: il mercato si autofinanzia

Menez, futuro lontano dal Milan

Cessione Milan, la firma slitta ancora per aspettare Berlusconi

SEGUICI:

Su Facebook

Su Twitter

Sulla nostra nuova ‘App’

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy