Gazzetta – Udienze TAS: niente Milan fino a fine agosto

Gazzetta – Udienze TAS: niente Milan fino a fine agosto

Il ricorso del Milan per le violazioni ai paletti del Fair Play Finanziario nel triennio 2014-2017 non sarà discusso dal TAS di Losanna prima del 27 agosto

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILAN – ‘La Gazzetta dello Sport‘ in edicola questa mattina ha ricordato come, nella questione tra il Milan e la UEFA, si viva una fase di stallo. E come tutto dipenda dalle decisioni del Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) di Losanna, che, a quanto pare, non promette novità a breve giro di posta.

Il club rossonero, ha ricordato la ‘rosea‘, è in attesa di due decisioni. La prima è quella del TAS, che deve valutare il ricorso contro la condanna UEFA per il triennio 2014-17. Sentenza che prevede una squalifica dalle coppe nel 2021 se, entro quella data, il Milan non avrà messo i conti a posto (più riduzione della rosa a 21 elementi in Europa ed una multa di 12 milioni).

La seconda decisione è quella attesa dai giudici UEFA per il ciclo 2015-18 e fa temere una sanzione simile, visto che i conti non sono migliorati. A inizio giugno da Nyon hanno sospeso il giudizio, in attesa che prima si pronuncino da Losanna. Dove però tutto tace: nel calendario delle udienze, ieri aggiornato al 27 agosto, non c’è traccia del caso Milan.

L’intreccio resta dunque particolarmente ingarbugliato. Anche se in ogni momento può arrivare la sorpresa: il Milan ha fretta di conoscere il proprio destino riguardo la partecipazione alle coppe europee e sulla data limite entro cui dover raggiungere il pareggio di bilancio imposto dal Fair Play Finanziario. La stessa fretta di conoscere il futuro che hanno Roma e Torino.

Per sanare i conti, i rossoneri vorrebbero vendere Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma al PSG: ecco quali benefici otterrebbero da una sua partenza, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy