Piatek una certezza, ma gli altri non segnano più

Piatek una certezza, ma gli altri non segnano più

Per i rossoneri fa gol quasi solo Piatek. Da quando è arrivato a gennaio è stato certamente il valore aggiungo della squadra, ma gli altri non ne fanno.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

ULTIME MILAN – Segna più Krzysztof Piatek che tutto il resto del Milan. Questo il concetto espresso dal Corriere dello Sport in edicola questa mattina. La media reti del polacco è da applausi e gli consente di essere capocannoniere del torneo con Fabio Quagliarella. L’ultima rete è quella di sabato scorso allo Stadium, diventando il primo polacco a segnare in casa della Juve. È lui il vero finalizzatore del gioco milanista, forse l’unico. È di certo il valore aggiunto che consente ai rossoneri di rimanere a galla finora e lottare per il quarto posto. Da quando è arrivato, in soli tre mesi ha raggiunto e superato nel numero di gol sia Gonzalo Higuain che Patrick Cutrone. Finora è già a quota 10 gol in 13 match ufficiali, ovvero una media di un gol segnato ogni 100 minuti, poco più che una partita.

Fin dall’esordio da titolare, del resto, ha messo in chiaro quanto sarebbe stato decisivo segnando una bella doppietta al Napoli in Coppa Italia. Ma un altro dato significativo riguarda i gol degli altri giocatori del Milan da quando c’è lui: da solo ha segnato più di tutti i compagni messi insieme.

Pochi sono riusciti a segnare ed essere decisivi da quando c’è il Pistolero a Milanello. Sono 7 i gol dei compagni. Lucas Paquetà ha fatto un solo gol, al Cagliari, mentre Hakan Calhanoglu ha siglato la rete decisiva contro l’Atalanta. Poi Franck Kessie e Samu Castillejo con l’Empoli, Lucas Biglia con il Chievo Verona, e nel derby i gol di Mateo Musacchio e Tiemoue Bakayoko.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy