Nuovo stadio, Milan e Inter rischiano quattro anni “in esilio”

Nuovo stadio, Milan e Inter rischiano quattro anni “in esilio”

Se venisse approvato il progetto per la realizzazione del nuovo stadio, per quattro anni i tifosi sarebbero costretti a farsi 100 km per le gare interne

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILANMilan e Inter, sul sito www.nuovostadiomilano.com, hanno lanciato un sondaggio tra i tifosi rossoneri e nerazzurri in merito la realizzazione di un nuovo stadio nel capoluogo meneghino e, secondo quanto riportato da ‘Tuttosport‘ oggi in edicola, la domanda numero 42 del sondaggio suona un po’ come una minaccia per i sostenitori delle due squadre di Milano.

“Saresti disposto a dover viaggiare per 100 chilometri per vedere le partite in casa di Milan o Inter per 4 anni in uno stadio con meno di 30mila posti?”, recita la domanda, alla quale nessun milanista o interista, obiettivamente, potrebbe rispondere in maniera affermativa. Facile pensare, ha ipotizzato il quotidiano torinese, che quando verranno resi noti i risultati del sondaggio, il ‘NO‘ abbia ottenuto percentuali plebiscitarie.

Al Comune di Milano questa questione, accolta con sospetto, lascia sbalorditi. Mentre il Barcellona, per esempio, ristrutturerà il ‘Camp Nou‘ rimanendovi a giocare, per Milan e Inter, quindi, in caso di realizzazione di un nuovo stadio in città si prospetta, invece, un esilio di quattro anni. “Siamo convinti che la ristrutturazione di ‘San Siro‘, fatta con due squadre, sia una missione impossibile“, ha dichiarato ieri il Presidente rossonero, Paolo Scaroni, sollecitato su un’eventuale cambio di strategia dei due club.

Non ci si deve stupire, però, se il Comune di Milano ha chiesto una “perizia indipendente” sulla ristrutturazione dello stadio ‘Giuseppe Meazza‘ in San Siro, dando per scontato come, dopo la lettera inviata al Sindaco Giuseppe Sala dalla Soprintendenza, l’iter procedurale prosegua con la richiesta sulla questione di un parere alla direzione generale del Ministero dei Beni Culturali. A questo va aggiunto, ha proseguito ‘Tuttosport‘, come a Palazzo Marino siano giorni caldissimi per l’approvazione del Piano di Governo del Territorio (P.G.T.) cittadino al quale il nuovo stadio dovrà logicamente rispondere.

Il P.G.T. si annuncia ‘green‘, con la decisione di impedire l’edificazione di torre e grattacieli nell’area di Piazza d’Armi. Ed i due progetti per la realizzazione del nuovo stadio, tanto quello di Populous quanto quello di Manica/CMR, prevedono questo … Inoltre, c’è sempre il discorso relativo alle volumetrie, che Milan e Inter vorrebbero raddoppiare, rispetto al limite consentito dal P.G.T., appellandosi alla Legge sugli Stadi.

Insomma, una vicenda, quella del nuovo stadio, non così semplice come potrebbe sembrare sulla carta. La minaccia dei due club resta sempre quella di traslocare a Sesto San Giovanni. Intanto, però, si è scoperto come esista anche un progetto per la riqualificazione di ‘San Siro‘: per costi e specifiche, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy