CorSport – Nell’inferno del Diavolo: al Milan sono tutti sotto accusa

CorSport – Nell’inferno del Diavolo: al Milan sono tutti sotto accusa

Quattro sconfitte in sei partite in avvio di campionato: al Milan non si verificava da 81 anni. Di chi sono le colpe di questa situazione? L’analisi

di Daniele Triolo, @danieletriolo

DIRIGENZA

ULTIME MILAN – Una delle critiche più frequenti rivolte al Chief Football Officer, Zvonimir Boban, al direttore tecnico, Paolo Maldini, ed al direttore sportivo, Frederic Massara, secondo il ‘CorSport‘, riguarda l’allestimento della rosa confezionata in estate per il tecnico Marco Giampaolo.

In primis, c’è il problema dell’età, poiché è composta da troppi giovani che alle prime difficoltà si impauriscono e non danno il meglio sotto pressione. La dirigenza ha scelto, di comune accordo con la proprietà, di puntare sulla ‘linea verde’, con tanti ragazzi inesperti, e quest’aspetto, nei momenti complicati, conta parecchio. Boban, lo scorso 2 settembre, alla chiusura del mercato estivo, aveva già fatto notare come forse sarebbe servito qualche elemento esperto in più, ma, per una questione di budget e per via dei paletti rigidi del Fair Play Finanziario UEFA, il Milan ha dovuto acquistare calciatori di prospettiva.

Secondo punto di dibattito, il fatto che il Milan abbia deciso di puntare su Giampaolo, un allenatore che, notoriamente, ha bisogno di tempo per lavorare sul proprio gioco prima di portare risultati: componente, però, che in casa rossonera ogni anno viene sempre a mancare. Giampaolo ha impostato inizialmente il Milan con un trequartista dietro le due punte, ma il Diavolo non ne ha acquistato nemmeno uno. Quindi, si ritrova carente in quella zona del campo, mentre in altre ha giocatori in eccesso e poco funzionali al progetto.

Una rosa costruita dalla dirigenza con tante difficoltà, ma che risulta essere incompleta: Boban e Maldini, profondi conoscitori del calcio sul campo, hanno bisogno anche loro di tempo per accumulare esperienza in ruoli così delicati.

VAI ALLA PROSSIMA SCHEDA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy