News Milan – Nel CdA affrontata anche la questione ‘Milan China’

News Milan – Nel CdA affrontata anche la questione ‘Milan China’

Importante seduta del Consiglio d’Amministrazione del Milan, nella quale sono stati discussi molti argomenti: tra questi, il futuro del progetto in Cina

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Ieri c’è stata, a ‘Casa Milan‘, una riunione fiume del Consiglio d’Amministrazione del club rossonero nella quale sono stati discussi tanti argomenti. Come affermato dal Presidente milanista, Paolo Scaroni, “il CdA è andato bene, non ho alcuna preoccupazione dal Milan”.

Ed in effetti, il board riunitosi ieri, chi in presenza fisica chi per mezzo della ‘conference call‘, come sottolineato dall’edizione odierna del ‘Corriere della Sera’, aveva, come scopo principale, quello di approvare la pre-chiusura dell’esercizio di bilancio 2017-2018, che va presentata a Lega e F.I.G.C.: la chiusura del bilancio, poi, sarà approvata entro il 30 settembre.

Si è discusso, poi, del budget del Milan per la prossima stagione, della questione UEFA, e, come evidenziato da ‘La Gazzetta dello Sport’, il CdA ha anche esaminato a lungo, e con attenzione, la situazione dei conti raccolta in eredità dalla proprietà cinese, ovviamente non rosea. Questo a partire dal progetto ‘Milan China‘.

Nato per incrementare i guadagni del brand A.C. Milan sul mercato asiatico, ‘Milan China’, ha scritto la ‘rosea’, non si è avvicinato nemmeno lontanamente allo sviluppo prospettato dalla vecchia dirigenza. Non è tutto: per ‘Tuttosport’, addirittura, il veicolo sarebbe catalogabile come flop a livello di introiti non essendo stato in grado di portare sponsor e soldi freschi dal Paese del Dragone nelle casse rossonere. A proposito di cinesi, che fine ha fatto Yonghong Li? Ecco la sua ultima apparizione!

++ Guarda Gratis per un mese DAZN!! CLICCA QUI ++

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy