Milan, Higuaín è motivo di sorriso: il ‘Pipita’ non salta mai due pasti

Milan, Higuaín è motivo di sorriso: il ‘Pipita’ non salta mai due pasti

Da quando ha iniziato a segnare per il Milan, Gonzalo Higuaín non sta più di una gara a digiuno. E ad Udine ha una tradizione negativa da sfatare …

di Daniele Triolo, @danieletriolo

L’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’ ha ricordato come, in un periodo particolarmente negativo per il Milan, che ha perso Mattia Caldara e Lucas Biglia, a lungo, per infortunio, c’è sicuramente un motivo di sorriso: Gonzalo Gerardo Higuaín.

Il 30enne bomber prelevato in estate in prestito con diritto di riscatto dalla Juventus, infatti, dopo un paio di giornate di ambientamento in rossonero ha iniziato a segnare e non si è più fermato: 5 gol in 8 gare di Serie A, 2 in 3 partite di Europa League, per un totale di 7 reti in 11 presenze. Centravanti letale.

La ‘rosea’, oltretutto, ha riportato una statistica che incoraggia il ‘Pipita’ e l’intera squadra di Gennaro Gattuso in vista della delicata trasferta di domani sera alla ‘Dacia Arena’ contro l’Udinese: nelle giornate in cui è stato disponibile, Higuaín ha infatti segnato contro Cagliari, Atalanta e Chievo. Poi, dopo essere stato a secco contro l’Inter, è andato di nuovo in gol contro la Sampdoria per poi fermarsi ancora contro il Genoa.

A Udine, il ‘Pipita’ vorrà e dovrà riprendere la sua marcia, anche perché su quel campo, per lui, c’è una triste tradizione da sfatare: l’unica rete che Higuaín segnò in casa dell’Udinese fu rimontata da due reti dei friulani, che sconfissero il suo Napoli per 2-1 estromettendo, di fatto, i partenopei dalla corsa Scudetto. In quella gara, Higuaín fu anche espulso al 76’. Insomma, l’argentino ha più di un motivo per presentarsi al cospetto dei bianconeri più affamato che mai.

La prossima rete, per Higuaín, sarà la numero 155 in Serie A: arrivasse alla ‘Dacia Arena’, sarebbe un bene, per lui e per Gattuso. Il numero 9 rossonero, poi, non convocato dall’Argentina per le prossime due amichevoli, potrà dedicarsi anima e corpo al Diavolo, che prima della sosta, ha ricordato in chiusura ‘La Gazzetta dello Sport’, avrà due impegni molto importanti: la trasferta a Siviglia, in casa del Betis, decisiva per la classifica del Gruppo F di Europa League, e poi il big match di ‘San Siro’ contro la Juventus, ex squadra del ‘Pipita’.

A GENNAIO, PER HIGUAÍN, POTREBBE ESSERCI UN ILLUSTRE PARTNER IN ATTACCO. PER TUTTE LE ULTIME SUL MERCATO INVERNALE DEL MILAN, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy