Milan, Gattuso sorride a metà: il tecnico vorrebbe avere più peso sugli acquisti

Milan, Gattuso sorride a metà: il tecnico vorrebbe avere più peso sugli acquisti

Gennaro Gattuso ha incassato anche la fiducia di Ivan Gazidis, amministratore delegato del Milan, tuttavia il tecnico vorrebbe avere più peso sul mercato

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

Come viene riportato dalla Gazzetta dello Sport, la posizione di Gennaro Gattuso è sempre più solida. Nelle ultime settimane il tecnico è stato a rischio visto i risultati deludenti delle ultime gare, tuttavia prima di Milan-Spal Leonardo e Maldini hanno fatto quadrato intorno a lui e la squadra è stata sempre dalla sua parte, così come dimostra l’abbraccio tra il tecnico e Higuain. Nel post gara di sabato scorso, inoltre, nello spogliatoio c’era anche Ivan Gazidis, che ha ribadito la sua totale fiducia all’allenatore.

MERCATO – Rino dunque può stare tranquillo, sebbene l’obiettivo dichiarato dalla società è quello di arrivare in Champions League. Se dovesse farcela, il tecnico sarà il prescelto per guidare la squadra anche nella prossima stagione, in caso contrario ci potrebbe essere un addio. Per centrare il quarto posto, però, c’è bisogno di qualche innesto, tuttavia le idee tra l’allenatore e la dirigenza sembrano divergenti: Muriel, ad esempio, era il preferito di Gattuso, visto che avrebbe potuto coprire fascia e area, le zone più scoperte della squadra, ma la Fiorentina si è mossa in anticipo. Leonardo invece si è mosso per primo per arrivare a Lucas Paqueta, ma come ha dichiarato lo stesso allenatore, non è ancora un giocatore pronto e avrà bisogno di tempo per adattarsi completamente al calcio italiano (“Ha qualità ma non deciderà subito le partite”). Insomma, Rino sorride per la fiducia, ma vorrebbe avere maggiore peso sul mercato.

A PROPOSITO DI MERCATO, IL MILAN PENSA A GABBIADINI, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy