Milan-Inter, le pagelle rossonere: Bakayoko top, Piatek spara a salve

Milan-Inter, le pagelle rossonere: Bakayoko top, Piatek spara a salve

Tiemoue Bakayoko migliore in campo nella disfatta (2-3) nel derby di Milano: voti e giudizi del Milan secondo ‘La Gazzetta dello Sport’

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Ieri sera, a ‘San Siro’, il Milan ha perso il derby contro l’Inter, 2-3, facendosi superare nuovamente in classifica dai nerazzurri e scivolando, dunque, al quarto posto della graduatoria di Serie A. Nella brutta serata dei rossoneri, per ‘La Gazzetta dello Sport’ oggi in edicola migliore in campo è stato il centrocampista francese Tiemoue Bakayoko.

Bakayoko è stato premiato con un 7 in pagella perché, dopo non aver capito la mossa iniziale di Luciano Spalletti di un Matias Vecino dietro le due punte, si è trasformato nel “navigatore rossonero”. A questo, l’ex Chelsea ha aggiunto una prestazione di sostanza, qualità, ed il suo primo gol in maglia Milan, quando, di testa, ha sovrastato Roberto Gagliardini ed infilato Samir Handanovic.

Dietro di lui, voto 6,5, per Patrick Cutrone, che, non appena entrato nel secondo tempo, ha dato la consueta scossa di adrenalina al Milan, e, per poco, non diventando eroe di giornata con la conclusione a botta sicura per il pareggio, in pieno recupero, deviata sul fondo, sulla linea di porta, dal difensore interista Danilo D’Ambrosio. Quindi, sufficienze piene, voto 6, per Mateo Musacchio, al suo primo gol in campionato, e Lucas Paqueta, uscito nell’intervallo per un indurimento muscolare.

A questo punto, la ‘rosea’ ha assegnato soltanto insufficienze ai giocatori rossoneri: voto 5,5 per Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma, uscito malissimo in occasione della prima rete dell’Inter; Ricardo Rodriguez (“Disorientato dalla furia interista”) e Hakan Calhanoglu (“Confuso dai troppi spostamenti”). Voto 5, invece, per il tecnico Gennaro Gattuso, per aver impiegato più di 30’ a capire la posizione in campo di Vecino e per aver tolto Paqueta dopo 45’ di gioco. Di negativo, nel suo Milan, la difesa traballante; di positivo, il fatto che la squadra sia rimasta accesa e in gara fino all fine.

Medesimo voto in pagella, 5, anche per Davide Calabria, Alessio Romagnoli, Franck Kessie (“Nottataccia da dimenticare in fretta”, anche per la lite con Lucas Biglia, n.d.r.), Jesus Suso, Samuel Castillejo e Andrea Conti. Peggiore in campo, però, secondo ‘La Gazzetta dello Sport’, è stato sicuramente uno degli uomini più attesi del Diavolo, ovvero il ‘Pistolero’ polacco, Krzysztof Piatek.

Il numero 19 rossonero, anch’egli da 5 in pagella, ieri sera ha sparato a salve: “Fagocitato da Milan Skriniar e Stefan de Vrij, tocca appena 17 palloni e non tira mai nello specchio. Solo verso la fine, una conclusione, pretenziosa, di tacco e pallone sul fondo. La squadra lo cerca poco e per una sera lui è l’uomo invisibile, senza superpoteri”. Dopo il derby ha parlato anche Matteo Salvini: per le sue forti dichiarazioni, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy