Milan, una difesa da blindare in vista del derby

Milan, una difesa da blindare in vista del derby

Dopo tredici partite consecutive di Serie A, il Milan cerca nel derby di finire per la prima volta in stagione i 90 minuti senza aver subito nemmeno un gol

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

L’ultima volta risale a più sei mesi fa: era il 15 aprile e il Milan pareggiava 0-0 contro il Napoli. Da allora, per 13 partite consecutive (la striscia più lunga tra 20 squadre di Serie A) il Milan ha sempre preso gol ed è l’unica squadra di questo campionato a non essere mai riuscita a tenere la propria porta inviolata. Un triste primato per i rossoneri, bucati ben 16 volte nelle ultime 13 partite. Di questa statistica parla “La Gazzetta dello Sport” in edicola questa mattina, che indica in Gigio Donnarumma e in Alessio Romagnoli i due uomini chiave per interrompere questa striscia. Gigio è sfortunato, non ha giocato contro il Dudelange, nell’unico match in cui i rossoneri sono riusciti a non prendere gol, ma viene da una grande prestazione con la Nazionale e punta al derby per invertire la tendenza di inizio stagione anche con la maglia del Milan.

Per quanto riguarda Romagnoli, senza Bonucci al suo fianco, non solo ha ereditato la fascia di capitano, ma anche quella di leader della difesa. Domenica giocherà in coppia con Musacchio, con cui ha iniziato la stagione, ma prima o poi al suo fianco ci sarà Mattia Caldara, il colpo dell’estate. “Altri meccanismi da affinare” scrive la “Rosea”, che però definisce l’ex Sampdoria “simbolo” di questo Milan, proprio assieme a Donnarumma e a Cutrone: sono loro a comporre la linea giovane e di talento del “Diavolo”. Questa invece l’intervista di Alessio Romagnoli a “La Repubblica”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy