Milan-Inter, Bonaventura critico: “Ci serva da lezione per il futuro”

Milan-Inter, Bonaventura critico: “Ci serva da lezione per il futuro”

Ottimo derby quello disputato da Giacomo Bonaventura, che, a fine gara, ha dichiarato: “Partite che fanno crescere: non c’è stata la forza di tenere il 2-1”

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Contro l’Inter, Giacomo ‘Jack’ Bonaventura, eclettico centrocampista del Milan, aveva realizzato già 4 reti in 8 gare: i gol, però, erano giunti tutti quando ancora indossava la maglia dell’Atalanta. Neanche ieri sera, nel 2-2 del derby milanese contro i nerazzurri, Bonaventura è riuscito ad andare in gol, ma di certo ha lasciato il segno sulla partita con una prestazione superlativa, con tanto di suggerimento a Suso in ripartenza per la rete del momentaneo vantaggio rossonero.

“C’è grande rammarico per il risultato – ha detto a fine gara ‘Jack’, le cui dichiarazioni sono state riprese stamattina da ‘La Gazzetta dello Sport’ -. A pochi minuti dalla fine è arrivato il pareggio e c’è dispiacere. Abbiamo avuto un’occasione per essere secondi, ma non c’è stata la forza per tenere il 2-1. Questa gara ci deve dare rabbia e carica per le prossime partite”. Dove il Milan affronterà i non irresistibili Empoli e Crotone. “Il Presidente Berlusconi ci ha fatto i complimenti – ha proseguito Bonaventura -, siamo secondi con la Roma, si è visto che la squadra si è data da fare, ed ha fatto alcune cose buone. Queste partite fanno crescere il collettivo, e tanti ragazzi magari non abituati a giocarle. Deve essere una lezione per il futuro. La classifica resta buona, ma per come si era messa stasera c’è rammarico”.

La ‘Gazzetta dello Sport’ ha anche sottolineato come sia sempre proprio ‘Jack’ Bonaventura l’uomo chiave del Milan: “Tocca a lui ‘strappare’ – il commento della ‘rosea’ -, portare il pallone nella metà campo nemica dopo che i difensori sono riusciti a stoppare le iniziative dell’Inter. E’ sempre lui a decidere come si deve sviluppare la manovra offensiva, che spesso è un contropiede. Bonaventura manda in tilt Brozović, che dovrebbe bloccarlo in prima battuta”. Ed ancora: “Tre le occasioni create, 7 dribbling riusciti (soltanto uno sbagliato), gli interisti fanno difficoltà ad arginarlo”. Insomma, praticamente indispensabile.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Leggi tutte le dichiarazioni di Silvio Berlusconi a PM sulla cessione del Milan

Leggi tutte le nostre ultimissime

Leggi tutte le nostre news di calciomercato

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy