Milan, Gattuso: “Da solo posso fare ben poco. Nostro dovere dare il massimo”

Milan, Gattuso: “Da solo posso fare ben poco. Nostro dovere dare il massimo”

La parole di Gennaro Gattuso il primo giorno di raduno a MIlanello cercano di tranquillizzare i tifosi sull’incertezza societaria

di Luca Chierico

E’ senza dubbio Gennaro Gattuso il protagonista del primo giorno del ritiro del Milan. Non i giocatori, tra facce note e i nuovi arrivi, non i tifosi, arrivati in buon numero, si parla di 1000 presenti a Milanello e nemmeno la nuova maglia presentata da Puma.

Come scrive il ‘Corriere dello Sport’ è lui stesso ad autodefinirsi “Allenatore, ma anche primo tifoso, capo-ultrà, mi sento tutto”; a Rino la pressione piace, gli è sempre piaciuta, sin dai tempi i cui in campo scendeva da giocatore e in questo momento di incertezza è a lui che i tifosi provano ad aggrapparsi nel tentativo di trovare quella certezza che a Milanello manca da tempo.

Rino ci mette la faccia, come suo solito, anche sulla questione futuro societario, e all’ennesima domanda sulla questione risponde che: ”Da solo posso fare ben poco. La società che ci rappresenta ha avuto difficoltà ma non ci ha mai fatto mancare nulla a livello economico. E’ nostro dovere dare il massimo per farla funzionare al meglio. Con un presidente che non hai a stretto contatto, però, diventa tutto più difficile”.

Passando alla questione giocatori Gattuso dice la sua: “La base c’è, ed importante. Poi mi auguro che qualcuno possa arrivare. In caso contrario, nessun problema”, pur consapevole che le altre squadre si stanno rinforzando aumentando il gap. Come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’ dal mercato invece “serve un attaccante esterno e una mezz’ala con le caratteristiche di Kessie”. Il caso bomber tiene ancora banco a Milanello e lo stesso Gattuso è consapevole che avendo già prime punte davanti, se non parte nessuno, nessuno arriverà. Chiude le porte all’arrivo di Simone Zaza, per cui non stravede: “Una punta con quelle caratteristiche ce l’abbiamo ed è Cutrone”.

Per quanto riguarda l’attesa del ricorso al TAS che tiene sulle spine tutti, a partire dall’amministratore delegato ad arrivare ai giocatori, Gennaro Gattuso dice la sua: ”Ho sentito molte voci a questo proposito, ma nessun giocatore ha chiesto di andarsene”. Che tipo di mercato faranno dunque i rossoneri? La risposta nelle parole di Massimiliano Mirabelli.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy