Milan, Gattuso avvisa: “Prima i tre punti. Bagagli e valigie vengono dopo”

Milan, Gattuso avvisa: “Prima i tre punti. Bagagli e valigie vengono dopo”

Oggi Milan-Crotone a San Siro e Gennaro Gattuso lancia un monito ai suoi ragazzi: “Voglio una classifica diversa. Mercato? Siamo a posto così”

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Quest’oggi, alle ore 15:00, il Milan riceve a San Siro il Crotone per la 20^ giornata di Serie A, prima del girone di ritorno del massimo campionato. Un incrocio con la terzultima in classifica che, per i rossoneri, si preannuncia comunque delicato, vista la precaria situazione di Leonardo Bonucci e compagni nella medesima graduatoria.

Si tratta, per giunta, dell’ultimo impegno prima della sosta del torneo e, pertanto, Gennaro Gattuso, tecnico rossonero, ha voluto lanciare ieri, in conferenza stampa a Milanello, un monito ai suoi ragazzi: non si molla di un centimetro. “Non dobbiamo pensare a bagagli e valigie, ma a fare i tre punti. Per noi, oggi, nessuna partita è abbordabile”, ha confessato ‘Ringhio’, le cui dichiarazioni sono state riportate dall’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’.

L’allenatore milanista ha quindi incalzato: “Il Milan non ha freschezza mentale e fisica, non può permettersi calcoli, anche perché quando abbiamo pensato che fosse facile l’abbiamo presa sui denti – il commento di Gattuso -. La classifica non è bella e dobbiamo muoverla perché la voglio diversa, ma io ora come ora sto cercando di migliorare anche la mentalità. Voglio che diventiamo squadra. Comunque, a parte Firenze, dove non c’era la forza per affrontare i viola a viso aperto, ho sempre visto gioco fluido e capacità di creare diverse occasioni”.

Oggi sono attesi al ‘Meazza’ 40mila spettatori per una partita importante, quella che dovrà indirizzare il 2018 nel modo giusto. Anche perché, da quanto emerso in conferenza, il Milan a gennaio resterà questo e non farà grandi movimenti sul mercato. “Nessuno ha chiesto di andare via – ha sentenziato Gattuso, come sottolineato ancora dalla ‘rosea’ -. La squadra può fare molto di più, lo sappiamo bene, il mio mercato è ottenere il massimo da chi c’è già”.

Chiusura di conferenza dedicata alla sua carta d’identità (il 9 gennaio compirà 40 anni), al rivale Walter Zenga, al quale ha riservato tanti complimenti, e ad una battuta sul ‘Presidente’, così lo chiama ancora Gattuso, Silvio Berlusconi in merito l’utilizzo o meno delle due punte. ‘Ringhio’ è carico: oggi vedremo se lo sarà anche la sua squadra.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan-Crotone, la probabile formazione rossonera

Milan-Crotone: Biglia verso una maglia da titolare

Milan-Crotone, i 23 convocati rossoneri: fuori Abate, torna Kalinic

Milan-Crotone: Cutrone in vantaggio su Kalinic

Le parole di Gennaro Gattuso su Walter ZengaattaccantiHakan Calhanoglu e Mateo Musacchio

Milan-Crotone, arbitra Maresca

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy