Milan, ecco il piano dei cinesi per aumentare il fatturato

Milan, ecco il piano dei cinesi per aumentare il fatturato

Emergono le prime indiscrezioni su come i nuovi probabili proprietari del Milan hanno intenzione di gestire la società rossonera

di Edoardo Lavezzari, @Edolave
Silvio Berlusconi Han Li Milan closing cinesi

In attesa del “closing” che chiuderà definitivamente la cessione del Milan, che passerà dalle mani di Berlusconi a quelle della cordata cinese, emergono nuovi importanti dettagli sul futuro del club e in particolare su come verrà gestito. Secondo “La Gazzetta dello Sport” in edicola questa mattina un ruolo centrale lo avrà Marco Fassone. L’ex dirigente di Juventus, Napoli e Inter al momento è advisor per la parte cinese della trattativa e poi ricoprirà il doppio ruolo di AD e DG. Al momento lavorerà in coppia con Adriano Galliani, che si occuperà del mercato, ma poi aprirà la caccia a un nuovo direttore sportivo.

Intanto i cinesi lavorano anche e soprattutto per aumentare il fatturato e i ricavi del Milan. L’obiettivo è incassare almeno i 350 milioni di euro promessi a Silvio Berlusconi per il mercato. Il contratto sottoscritto con Fininvest infatti presenta un “Piano grandi sviluppi” che indica come si muoverà la nuova cordata. Da un lato si spingerà moltissimo sul marketing e il merchandising, dall’altro si punterà forte sui diritti televisivi da vendere in Asia. Sullo sfondo, poi, resta la questione stadio: i cinesi vogliono costruire una nuova casa per il Milan, ma al momento non sembra essere la priorità.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Milan, tutti i possibili affari con il Sassuolo

Milan, terminato l’incontro con l’agente di Badelj: le ultime

Milan, possibile ingresso in società di Maldini, Albertini o Costacurta

Spagna, AS in prima pagina: il Milan sogna Isco per ripartire

Milan, ora occorre cedere: De Sciglio e Suso incedibili, Bacca…

SEGUICI:

Su Facebook

Su Twitter

Sulla nostra nuova ‘App’

Su Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy