Milan, assalto a Dembélé: il punto

Milan, assalto a Dembélé: il punto

Mousa Dembélé è il nome nuovo per il centrocampo del Milan. La mezzala del Tottenham non gioca più con continuità e potrebbe essere ceduto

di Michele Neri, @micheleneri98

Il Milan si prepara per il mercato di gennaio, anche se l’impressione è che poco cambierà, soprattutto per quanto riguarda l’11 titolare. Partiranno un po’ di esuberi (Gabriel Paletta, Gustavo Gómez, José Mauri) per creare un gruzzoletto con cui muoversi per gli affari in entrata. Gennaro Gattuso potrebbe aver bisogno di un centrocampista in più, e di caratteristiche simili a quelle di Franck Kessié. Perché come l’ivoriano non c’è nessuno e per questo non può mai riposare.

Dopo i vari accostamenti a Milan Badelj, Jakub Jankto e Seko Fofana, il nome delle ultime ore è quello di Mousa Dembelé. Il belga del Tottenham è un classe 1987, gioca da sei anni con gli ‘Spurs’, ma a causa di un infortunio alla caviglia quest’anno è stato chiamato in causa poche volte dal tecnico argentino Mauricio Pochettino. Come scrive l’edizione odierna del “Corriere dello Sport”, il centrocampista non pare tra l’altro intenzionato a rinnovare il contratto con il club inglese, in scadenza nel giugno 2019.

Dembélé è capace di tante cose: interdizione, inserimenti palla al piede e possiede anche una buona tecnica di base. La sua struttura fisica sarebbe poi perfetta anche per il campionato italiano: 185 centimetri e tanti muscoli. Il suo stato attuale di giocatore non indispensabile per Pochettino potrebbe portarlo a guardarsi altrove anche in vista dei Mondiali che si giocheranno a giugno. Il Milan può cogliere dunque una grande occasione di mercato.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Occhi su Dembelé del Tottenham: un’ipotesi per la mediana

Milan, il punto sul mercato: Gustavo Gómez in uscita

Tutte le nostre news di calciomercato

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. infodiu_538 - 2 anni fa

    Sempre seconde o terze scelte. Con la quantita’ non e le riserve di squadre medie non andremo aihme’ lontano. Non si vince di articoli sui giornali, ma sl campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy