Lazio-Milan, le pagelle rossonere: Suso il migliore, Vangioni da rivedere

Lazio-Milan, le pagelle rossonere: Suso il migliore, Vangioni da rivedere

Suso Fernández Sáez uomo della provvidenza in casa Milan, è lui il top player di Vincenzo Montella. Voti e giudizi de ‘La Gazzetta dello Sport’

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Lazio-Milan, ‘Monday Night’ del 24° turno di Serie A, è terminato 1-1, in virtù delle reti di Lucas Biglia su calcio di rigore per i padroni di casa nel finale di primo tempo e per la prodezza, a 5′ dal termine, dello spagnolo Suso Fernández Sáez per i rossoneri. Proprio l’ex Liverpool, secondo ‘La Gazzetta dello Sport’ oggi in edicola, è stato il migliore in campo per la formazione di Vincenzo Montella, premiato con un bel 7 in pagella così motivato: “E’ un po’ stanco ed avrebbe bisogno di riposare: ma poi la qualità è quella, e quando c’è da piazzare il colpo lo fa da maestro. Il gol è una magia, tra finta di corpo ed esecuzione nello stretto”.

7 anche per Gianluigi Donnarumma (“Piazza due parate decisive, su Wesley Hoedt e Ciro Immobile, che facili non sono. Un pezzo del punticino è anche suo”) e per José Sosa (“Il Milan per 52′ non ha gioco né idee. Poi entra lui. Aiuta a far salire la squadra ed a tenerla compatta. Decisivo sul gol: recupera palla e la serve a Suso”). 6,5 per il capitano rossonero, Ignazio Abate, definito “il migliore della linea difensiva”, propositivo in attacco con 4 cross e “preciso e pulito su Keita Baldé Diao”. Stesso voto per il tecnico Montella: “Il Milan non esiste per un bel po’, poi lui indovina i cambi. E di colpo sembra tutta un’altra partita. Anche se il punto a lungo è stato un miraggio”.

Sufficienza, 6, per Andrea Poli, che vince il duello diretto con Sergej Milinković-Savić (“Il gigante sembra lui, almeno per furore agonistico”), Gerard Deulofeu (“Quando attacca bene lo spazio non viene servito”) e Gianluca Lapadula (“Con lui il Milan è più pericoloso, costringendo anche i centrali della Lazio ad essere più bassi”). Sul 5,5, invece, si sono attestati Cristián Zapata, Mario Pašalić, Manuel Locatelli (“Non entra in partita, mancano le idee. Prestazione anomala”).

Infine, le insufficienze gravi. Peggiore in campo nella fila del Milan, per la ‘Gazzetta dello Sport’, è stato Leonel Vangioni, che ha preso 5: “Un paio di chiusure in area pregevoli, ma soffre da matti Felipe Anderson e quando viene attaccato sullo spazio ne esce sempre con le ossa rotte. Non è un difensore puro e si vede”. Come l’argentino, stesso voto per Gustavo Gómez (“Pesa il fallo da rigore”) e Lucas Ocampos, definito “a tratti irritante per egoismo e scelte”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Lazio-Milan: Top & Flop rossoneri

Cesarini? Sergio Ramos? No: chiamatela ‘zona Milan’

Lazio-Milan, la moviola: la valutazione degli episodi di Immobile ed Abate

Le dichiarazioni post-partita di Vincenzo Montella a Premium Sport, Sky Sport ed in conferenza

Parola ai giocatori: Suso e Cristian Zapata

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy