Insigne: “Milan deludente? Piano con i giudizi…”

Insigne: “Milan deludente? Piano con i giudizi…”

Lorenzo Insigne, attaccante del Napoli, ha parlato a due giorni dalla sfida del San Paolo contro i rossoneri: tutte le sue dichiarazioni

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Lorenzo Insigne, attaccante del Napoli, ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano partenopeo ‘Il Mattino’ nella quale ha toccato vari argomenti. Queste le dichiarazioni più importanti di Insigne:

Sulla mancata qualificazione dell’Italia ai Mondiali: ““Il mio sincero dispiacere è non partecipare ai Mondiali, soltanto e fortemente quello. Perché io dal primo giorno so quali sono le regole della Nazionale: non è importante chi gioca e le decisioni vanno sempre accettate. L’ho fatto anche quando sono stato utilizzato per un minuto. Io per la Nazionale avrei fatto anche il portiere perché questa è una maglia che deve essere rispettata senza discussioni. L’allenatore ha fatto altre scelte, riteneva che fossero quelli i giocatori giusti per portarci ai Mondiali. Nessuna polemica: questa maglia è un simbolo e io voglio indossarla ancora a lungo”.

Su Daniele De Rossi: “Ho ringraziato Daniele perché ha fatto un grande gesto, da vero leader che vuole aiutare la squadra. Sarei stato orgoglioso di andare in campo. Meritavamo il posto al Mondiale perché sono convinto che in Russia avremmo fatto una buona figura”.

Sul ritorno al San Paolo: “Menomale che ci sono le due partite con Milan e Shakhtar. Saranno d’aiuto per tornare forte mentalmente e fisicamente. Giochiamo due volte a distanza di pochi giorni,la gente ci darà la spinta”.

Su come ripartire dopo la sosta: “Eravamo un po’ giù dopo la gara col City, ora abbiamo voglia di riscattarci e di battere lo Shakhtar. Il passaggio del turno dipenderà anche da quanto riusciranno a fare gli inglesi nell’ultimo match in Ucraina. Se non vi riuscissimo,non sarebbe colpa del City ma solo nostra. Ora, però, testa al Milan e al campionato”.

Sul Milan: “Rossoneri deludenti? Ma attenzione nelle valutazioni dopo poche settimane. Il Milan ha acquistato tanti stranieri ed è necessario un periodo di adattamento in un campionato impegnativo. Abbiamo giocato 12 partite, poche per farsi un’idea chiara su quanto può accadere in questa stagione”.

Sulla Juventus: “Serve la massima attenzione perché altrimenti potrebbero verificarsi altri risultati come quello di Verona. E se perdiamo altri punti c’è il rischio che ci scavalchino. Sono queste le partite da vincere. La situazione al vertice resterà più o meno questa finché le piccole non daranno fastidio alle grandi. In quel momento potrebbe esserci una svolta e noi dobbiamo essere pronti. Abbiamo voglia di altri risultati importanti perché stiamo lottando per un grande obiettivo”.

Sul suo rendimento: “In questi ultimi anni sono migliorato sotto l’aspetto della continuità di rendimento e adesso sento di poter davvero regalare qualcosa di importante alla mia squadra, alla mia città, alla mia gente”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Serie A – Napoli-Milan, dirigerà l’incontro Doveri

Verso Napoli-Milan: Mertens mai in gol contro i rossoneri

Verso Napoli-Milan: i rossoneri attendono il miglior Bonucci

Verso Napoli-Milan, la curiosità: Insigne titolare per la 57^ volta consecutiva

Napoli-Milan, il programma degli allenamenti delle due squadre

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy